Serie TV

ORANGE IS THE NEW BLACK

Orange is The New Black è una serie televisiva giunta, ormai, alla sua quarta stagione, ispirata alle memorie di Piper Kerman( My Year in a Women’s Prison ndr) e ideata da Jenji Kohan, già famosa per la serie Weeds.

 L’ironia di Orange is the New Black è evidente sin dal titolo: “L’arancione è il nuovo nero”, colore riservato alle divise delle nuove arrivate nell’istituto penitenziario femminile di Litchfield.

Qui, Piper Chapman, una donna che non ha mai avuto problemi con la legge, dovrà trascorrere quindici mesi, scontrandosi con  le ristrettezze del carcere e le difficoltà derivanti da un ambiente molto ostile.

tumblr_n7fqz0hHoV1qczeeoo1_500

Piper e Alex

Tutto ha inizio con Piper che si costituisce dopo un crimine. Lo fa perché è, fondamentalmente, una donna onesta e ammette l’errore commesso circa dieci anni prima, quando trasportò dei soldi legati al traffico di droga.

Lo fece per conto della donna a cui era legata all’epoca, Alex Vause, una trafficante internazionale di stupefacenti, la stessa che, durante il processo, farà il suo nome facendola arrestare.  Le due, poi, si ritroveranno in carcere.

La Chapman confessa, dunque, il suo passato da “cattiva ragazza omosessuale” al suo fidanzato e alla sua famiglia e si fa portare in prigione, abbandonando l’agiata vita nell’alta borghesia newyorkese.

Da qui comincia un percorso narrativo che si snoda lungo diverse strade, ognuna delle quali racconta il vissuto di tutte le altre detenute e la loro esperienza detentiva.

I temi proposti da questa serie sono tanti e spesso molto forti ma, vengono affrontati con una tale spregiudicatezza da risultare quasi leggeri.

L’omosessualità e il razzismo saranno all’ordine del giorno tra le mura del carcere e conoscendo tutti i personaggi, ci si accorgerà che ognuno di loro presenta, in maniera originale, una specificità del carattere umano e dell’universo femminile molto particolare.

Optimized_NWM-crazy-eyes

Occhi pazzi

Si va dall’italo-americana e sognatrice Lorna Morello, alla dispotica Red, capo della cucina della prigione, passando per Occhi Pazzi sino ad arrivare sino alla fantastica Sophia, parrucchiera/truccatrice delle detenute con un passato da uomo ed un presente da transgender.

Tante saranno le storie pronte a tenervi incollati al televisore e moltissime le protagoniste che varcheranno il cancello di Litchfield, quindi non vi resta altro che seguire le loro avventure.

[responsivevoice_button voice=”Italian Female” buttontext=”Ascolta questo post”]

 

 

 

 

 

 

 

Copyright foto:

http://vigamusmagazine.com

http://www.pokerlistings.it/

http://ambitiousgirl94.altervista.org/

Annunci

Rispondi