Serie TV

Mr Robot. Vita e confessioni di un Hacker

“Our Democracy Has Been Hacked”

Se c’è una serie Tv che sta rivoluzionando la narrazione tipica degli show televisivi è sicuramente Mr Robot. Arrivata alla seconda stagione, la serie tocca vari generi, dall’azione al cyber-spionaggio, dal thriller psicologico al dramma familiare, insomma, uno dei migliori prodotti televisivi del momento, ben confezionato e magistralmente interpretato e diretto. Il regista è Sam Esmail, conosciuto per i film Comet, Mockingbird – In diretta dall’inferno, artista di origini egiziane e con un forte interesse per

Rami Malek nei panni di Elliot

Rami Malek nei panni di Elliot

l’informatica. L’attore principale è invece Rami Malek, che nello show interpreta Elliot Alderson, un ragazzo che lavora come ingegnere presso un’agenzia di sicurezza informatica, la Allsafe. Perennemente in lotta contro se stesso e la sua precaria condizione psicologica, fatta di disturbi dissociativi della personalità: sociopatia e depressione cronica, viene reclutato da una misteriosa “setta” di hacker insurrezionalisti e anarchici, chiamata F-Society. Questa società ha una missione ben precisa, quella di cancellare tutti i debiti di tutti i consumatori presenti sulla faccia della terra, attraverso la distruzione dell’archivio dati di una delle più grandi compagnie del mondo, la E-Corp, e che è, inoltre, il maggior cliente della Allsafe, la compagnia per cui Elliot lavora.

I riferimenti cinematografici in Mr. Robot sono tantissimi e lavorano su due fronti. Sono sia omaggi alle influenze cinematografiche del creatore dello show, Sam Esmail, sia un riflesso dell’impatto molto reale che quegli stessi film avrebbero inevitabilmente avuto sul gruppo di protagonisti. Visto che la serie è incorniciata dall’inaffidabile narrazione del protagonista, essa esiste in un mondo informato dalle sue influenze culturali.

Il cast di Mr Robot ai Golden Globe

Il cast di Mr Robot ai Golden Globe

Quale ragazzo di 25 anni non ha mai visto Fight Club o American Psycho fino alla nausea quando era un adolescente? Aggiungete lo squilibrio e i deliri mentali di Elliot e avrete un mondo fantastico e paranoico pieno di riferimenti ai film che lui ha probabilmente illegalmente scaricato. Proprio perché, anche se ambientata in una possibile e caotica realtà anarchica, questa serie parte proprio dalla quotidianità, dalla vita vissuta dei protagonisti che si trovano in una grande macchina dagli ingranaggi difficili da controllare. Una spietata guerra per la supremazia, una lotta contro il potere riconosciuto, un futuro probabile in cui stiamo inconsapevolmente andando. Questa è la grandezza della serie tv rivelazione di questa stagione televisiva. Questo è il ritratto spietato di una realtà malata e alienante, così come si

Da uno dei video della Fsociety

Da uno dei video della Fsociety

riflette nei protagonisti e nelle azioni che decidono di compiere. L’illegalità come forza motrice del cambiamento. L’illegalità che diventa baluardo di giustizia suprema. Se pensiamo all’azione di Anonymous e di Edward Snowden, Mr Robot ci sembrerà più realistico che mai.

Mr Robot è una serie tv tutta da scoprire, puntata dopo puntata, indizio dopo indizio, fino alla costruzione dell’intero e intricato puzzle psicologico in cui il telespettatore viene trasportato inconsapevolmente. Perché i veri protagonisti dello show siamo noi. Elliot dialoga con noi, è uno spettacolo interattivo, che si muove e vive grazie a noi. In un cocktail di citazioni e omaggi, passando tra Kubrick e Lynch, e portando avanti la similitudine con Fight Club, Sam Esmail decide di non-raccontare. Ci fa credere delle cose, ma in realtà non ci avviciniamo mai alla verità, neanche per sbaglio. Forse perché una verità non c’è e siamo noi a interpretare liberamente le immagini che riflettono la nostra coscienza sullo schermo.

Annunci

Rispondi