ATTUALITÀ

IMPRENDITORIA FEMMINILE: QUANDO IL BUSINESS PORTA I TACCHI

A causa di un basso livello d’istruzione e di retaggi culturali propri di una società prevalentemente patriarcale, per lungo tempo, il ruolo femminile nel settore lavorativo è stato sminuito e posto in secondo piano.

Le stesse donne, diversi anni addietro, erano diventate incapaci di ambizioni e, per le poche che ne possedevano uno – sovente anche logorante – il lavoro era considerato solo un’esperienza temporanea: qualcosa da iniziare da giovanissime in attesa di tirar su famiglia o per sostenere quella preesistente, spesso numerosa e bisognosa.
Nell’epoca moderna, grazie ad una serie di cambiamenti culturali, di lotte di genere e di un familismo fortunatamente sempre meno amorale, le donne riescono ad affacciarsi al mondo dell’impiego in età più avanzata. Con maggior preparazione, aspirazioni e brama di rivendicare le proprie capacità.
Un quadro interessante anche sotto il punto di vista socio-antropologico: l’universo femminile, oggi, é più dinamico di quello maschile.
Diversi sono gli esempi di coloro le quali, in una modernità presa d’assalto dallo sviluppo economico e tecnologico, investono su sé stesse tempo, risorse e denaro, per realizzare progetti lavorativi utili alla società del futuro, senza tralasciare casa, famiglia e figli.
Il fenomeno dell’imprenditoria femminile, e dunque la voglia di mettersi in proprio, in Italia é in netta crescita anche per sopperire alle difficoltà occupazionali imposte dal sistema.
Le women start-up sono in numero sempre crescente. I risultati sono entusiasmanti e varie sono le storie di successo: dalle mamme di “Mamma m’ama” che si occupano di omogeneizzati biologici alle ragazze siciliane di “Orange Fiber” che, da un prodotto di scarto come le bucce d’arancia, hanno creato una fibra tessile eco-sostenibile, dalla quale si ricavano pregiatissimi capi alla moda. Senza tralasciare tutte le donne che, anche per una questione di qualità della vita, mollano il famigerato posto fisso per tornare ad investire in allevamenti animali e agricoltura: carni biologiche, frutta, olio d’oliva e latticini i prodotti su cui si concentra il sano business double-face, rosa da un lato e tricolore dall’altro.
Diverse le agevolazioni in materia fiscale: incentivi SMART&START, finanziamenti a fondo perduto, sgravi e molto altro. Le interessate ad accedere a questo tipo di strumenti possono consultare il sito web del MISE o della propria Regione, dove i bandi sono periodicamente pubblicati.

@copyright foto:

http://www.studio-commercialisti.it/index.php/category/agevolazioni/

Annunci

Rispondi