STORIE DELLA BUONANOTTE PER BAMBINE RIBELLI: DISOBBEDIRE PER DIVENTARE GRANDI DONNE

Uscito da pochi mesi negli Stati Uniti ma presente sugli scaffali delle librerie italiane e sui relativi Ibook-reader da pochi giorni, Storie della buonanotte per bambine ribelli, prende il via da un concetto cardine: le donne speciali non sono le principesse della Disney ma le donne reali che ribellandosi ai dettami che la società imponeva loro hanno cambiato la storia.

Quindi, messe al “bando” le favole in cui le principesse erano in attesa messianica del principe azzurro, le autrici di questo vero e proprio caso editoriale: Elena Favilli e Francesca Cavallo, note per essere anche le fondatrici di Timbuktu Lab, una società che si occupa di progetti didattici ed editoriali per l’infanzia, hanno deciso di dar vita a questo progetto editoriale che pone al centro tutte quelle donne che non hanno lottato contro draghi o streghe cattive ma si sono battute per l’affermazione dei diritti civili e che offrendo grandi contributi all’arte e alla scienza e disobbedendo hanno cambiato regole e corso della storia.

home-in-line-image-3

Infatti, in Storie della buonanotte per bambine ribelli si racconterà di Rosa Parks, le sorelle Bronte, Frida Kahlo, Margaret Hamilton, Rita Levi Montalcini ma anche di personaggi a noi contemporanei come Michelle Obama, Hillary Clinton.

Verrà narrato, a partire dalla loro storia, di come abbiano influito in modo determinante sulla società e di come la complessità propria del mondo reale le abbia esposte a rischi e pregiudizi di ogni sorta.

9788804676379_0_0_1371_80

Progetto finanziato grazie ad una campagna di crowdfunding sul portale Kickstarter, con l’intento di raccogliere almeno i 40 mila dollari utili pe coprire le spese di pubblicazione, Storie della buonanotte per bambine ribelli ha subito incontrato il favore del pubblico arrivando a racimolare, in poco tempo, più di 455 mila dollari, e rendendo questo piccolo gioiello della letteratura contemporanea il libro più finanziato nella storia del portale di crowdfunding.

Le protagoniste dei nostri giorni, donne indipendenti e non stereotipate, paiono piacere molto più ai lettori i quali hanno premiato, anche in termini di vendite, quest’originale progetto.

Infatti, la sua prima edizione, ha venduto in pochi giorni negli U.S.A. oltre 90mila copie che si sono aggiunte al successo già avuto in Gran Bretagna, Germania, Brasile, Turchia, Polonia, Messico, Olanda, Tailandia.

rita1_528.jpg

Quello che piace di più di un progetto che non è né scontato né banale è che non solo, finalmente, la disparità di genere nei libri per l’infanzia, viene meno, ma anche che ad essere al centro della narrazione non sono più le vicende di regni incantati e boschi fatati ma eventi, persino tragici, della nostra attualità.

La guerra, quella vera, non viene più vista come un tabù generazionale, com un evento che deve essere cercato di spiegare solo quando si è più grandi ma, come parte integrante della nostra realtà, può essere raccontata anche attraverso la storia di chi l’ha vissuta.

Un libro che senza ombra di dubbio si distacca dal classico filone fiabesco e che si prepara ad irrompere ed affermarsi prepotentemente, come un classico della letteratura per l’infanzia contemporanea.   

Valentina Nesi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...