ATTUALITÀ

TUTTE LE DONNE DEL PRESIDENTE

“Donald organizzò un party in piscina a Mar-a-Lago. C’erano cinquanta modelle e trenta uomini. Le ragazze in piscina si tuffavano e nuotavano. Per qualche ragione Donald fu colpito da me. Iniziò a parlare con me e con nessun’altra.

Subito mi prese per mano e volle mostrarmi la casa. Mi chiese se avessi portato con me il costume da bagno. Gli dissi di no. Non avevo intenzione di nuotare. Mi portò in una stanza, aprì una cabina armadio e mi ordinò di indossare un costume da bagno”.

–Rowanne Brewer Lane-

15trumpwomen-rowanneold-master675

Donald Trump e le donne, questo argomento evoca una familiare cascata di insulti scagliata da una distanza di sicurezza di un profilo Twitter, da uno show radiofonico o dal podio di una campagna elettorale, quella per la presidenza agli Stati Uniti d’America. Il rapporto tra il presidente e le donne, in generale, è tanto roseo quanto al centro di polemiche. Roseo perché, checché se ne dica, Trump ha sempre ottenuto le donne che ha desiderato, polemico perché le donne che “non ci sono state” di certo non lo hanno trattato con i guanti bianchi. Questo rapporto conflittuale emerge anche, e soprattutto, da uno dei tanti articoli che sono stati scritti in merito, cioè l’inchiesta condotta dal New York Times.

Il giornale americano ha intervistato dozzine di donne che hanno lavorato con e per il presidente Donald Trump nelle passate quattro decadi. Ma anche donne con cui ha avuto appuntamenti o che hanno semplicemente interagito con lui nella vita di tutti i giorni. Il New York Times ha condotto ben cinquanta interviste in sole sei settimane, un numero da record, ma d’altronde a un uomo così imponente come Trump non poteva che essere riservato un trattamento speciale.

Molte delle testimonianze rese pubbliche dal NYT rivelano apprezzamenti non graditi, commenti interminabili sulle forme femminili, astute relazioni portate avanti con donne molto ambiziose, un’inquietante condotta nei luoghi di lavoro. Le interazioni, come si può ascoltare dalle interviste realizzate, avvenivano maggiormente nel suo ufficio presso la Trump Tower e presso la sua abitazione. Questi avvenimenti potevano contare per Trump meno che zero, probabilmente per lui erano solamente attimi fugaci, ma possiamo assicurare che questo non lo è stato per le donne che hanno incrociato il suo cammino.

15trumpwomen-universe-blog427

Quello che emerge dalle interviste è un complesso e contraddittorio ritratto dell’uomo più conosciuto e più provocatorio al mondo. Alcune donne, durante le interviste, lo hanno definito grazioso e incoraggiante. Queste sono le stesse donne che hanno ricevuto da Trump i maggiori benefici, un posto lavorativo particolarmente rilevante. Ma Trump è anche l’uomo delle più assurde controversie e soprattutto del capovolgimento repentino di  posizioni. Infatti in un’intervista egli ha dichiarato di sentirsi come un “campione di donne”, alcune di queste donne ricevono il premio dell’assunzione lavorativa, ma potrebbero essere spaventata dall’etica lavorativa del presidente. “Questo è ciò che potrebbe sempre, ma è tutto da dimostrare“.

Pressato dal polverone alzato dalle donne nell’ultimo periodo, il presidente Trump ha voluto contestare tantissimi dettagli rivelati, anche quello rivelato da Ms Brewer Lane e che abbiamo riportato in alto all’articolo: “Molte cose sono successe nel corso degli anni. Io ho sempre trattato le donne con gran rispetto. E le donne potranno solo confermarlo”. Altro aspetto che emerge dalle varie interviste è che Trump non è solamente fissato sull’apparenza delle donne che lo circondano, ma ha un vero e proprio bisogno compulsavo di parlare di questo. All’interno dell’organizzazione Trump, la compagnia che gestisce i numerosi affari del presidente, succede spesso che egli interrompa le conversazioni economiche per giudicare l’aspetto delle donne.

Ms Res, che ha lavorato al fianco di Trump per anni ed era il suo ingegnere esecutivo ha voluto ricordare un piccolo aneddoto in merito a ciò. La Res dice che lei e il presidente erano ad un meeting lavorativo con un architetto per discutere di alcune costruzioni che dovevano essere realizzate nell’area di Los Angeles. Improvvisamente Trump fece una delle sue proverbiali uscite sul livello di benessere fisico delle donne nella località di Marina del Rey: “Loro si prendono cura dei propri culi”.

15trumpwomen-ivanacomp-master675

Sicuramente se pensiamo a Trump non possiamo non pensare alle sue mogli. Ivana, l’indimenticata prima, e Melania, la first lady ora. Molto più di Melania, Ivana Trump ebbe un vero e proprio impero da gestire nelle sue mani, e forse è stata la donna che Trump ha rispettato di più (amato non possiamo dire, poiché questo non è un articolo sentimentale).

Ma anche qui Trump ha delle dichiarazioni da fare: “Il mio più grande errore è stato quello di aver concesso a Ivana di uscire dai canonici ruoli di moglie e permetterle di di gestire il mio casinò ad Atlantic City e poi l’Hotel Plaza. Il problema fu che il lavoro era l’unica cosa di cui lei volesse parlare. Una volta tornato a casa, parlavamo del più e del meno per pochi minuti, poi lei voleva per forza parlarmi di come andasse bene il Plaza e di che magnifica giornata fosse stata al casinò. Non darò mai più a una mia moglie la responsabilità di intromettersi nei miei affari”. 

Per concludere e per avere un quadro completo dello strano rapporto che il presidente Trump ha instaurato con le donne, è doveroso parlare di uno degli episodi certamente più gravi di cui si è reso protagonista. Parliamo di quanto accaduto alla modella e Miss Universo del 1996, Alicia Machado. Poco dopo la vittoria del titolo di Miss Universo, Machado prese peso e chiese alla presidente del concorso un po’ di tempo per perdere qualche chilo. La presidente la portò a New York e la fece alloggiare in un albergo di lusso. Il giorno dopo la portarono in palestra, per fare i primi esercizi.

Donald Trump era inspiegabilmente lì, insieme a una novantina di giornalisti pronti a guardare e scrivere circa Miss Universo ingrassata. “Stavo per mettermi a piangere“, ha raccontanto Machado. “Dissi a Trump che non volevo trovarmi lì e lui mi rispose: ‘Non mi importa’“. Trump non ha negato l’episodio ma anzi l’ha confermando dicendo di non avere rimorsi per aver spinto Machado a perdere peso. Machado racconta che dopo quell’episodio ha avuto per cinque anni grossi problemi psicologici, anoressia e bulimia: “Nel corso degli ultimi 20 anni ho avuto bisogno dello psicologo per affrontare questa situazione“.

Annunci

1 risposta »

Rispondi