Caro John

I LOVE SHOPPING

Caro John,

è dura, ma devo ammettere di avere un problema di shopping compulsivo.

Se entro in un qualsiasi negozio non resisto alla tentazione di acquistare uno degli oggetti esposti, ho sempre  comperato ciò che volevo senza pensare prima al costo, ma negli ultimi mesi la situazione sta degenerando poiché sono arrivata a chiedere in prestito dei soldi agli amici più stretti per continuare a fare acquisti. Dopo me ne pento perché sono cose che non utilizzo spesso, addirittura alcune hanno ancora le etichette, il problema è che non riesco a separarmene né sono capace di fermarmi in tempo.

L’ulteriore complicazione di questa vicenda è che ho un lavoro precario e non sono certa del rinnovo del contratto, terminato questo trimestre, poiché l’azienda ha molte difficoltà a pagare tutti i dipendenti.

Per favore John, ho bisogno di un tuo consiglio per affrontare questo problema!

Rebecca ‘77

 

Cara Rebecca,

più che di un consiglio, avrebbe bisogno di una carta dal credito infinito, ma non siamo qui a far miracoli.

Si è firmata come la protagonista di un film che rispecchia in buona parte la sua storia, e proprio come direbbe la Rebecca di “I love shopping”: «Avete presente quando incrociate un bel ragazzo che vi sorride, e il cuore vi si scioglie come una noce di burro sul pane tostato caldo?? Io mi sento così quando vedo un negozio, solo che è meglio! Infatti un uomo non ti amerà né ti tratterà mai così bene come un negozio».

Le sensazioni, che l’acquisto di nuovi oggetti può donare, possono essere davvero molto appaganti, in alcuni casi anche consolatori; una forma di autocompensazione alle mancanze della vita, come nel suo caso può essere in questo momento l’incertezza di un lavoro stabile.

Potrebbe iniziare a regalare qualche oggetto, in modo da separarsene gradualmente, e poi chissà potrebbe arrivare anche ad organizzare un’asta per le restanti cose inutilizzate.

Le consiglio ugualmente di confrontarsi con uno specialista circa il suo problema, sicuramente tramite un percorso strutturato riuscirà a ristabilire un equilibro dentro e fuori le boutique.

Che il pradese sia con lei, ma solo occasionalmente.

 

Copyright copertina:

http://www.forgeoftalents.com/7temp/2014/7/6/moda

Annunci

Rispondi