DALL’HOMO SAPIENS SAPIENS ALL’INTERNETTOLOGO BUDDISTA – LA TEORIA DELL’EVOLUZIONE DI FRANCESCO GABBANI

Lo studioso britannico Charles Darwin nell’800 sconvolse il mondo con una dichiarazione senza precedenti: l’uomo non ha mai conosciuto l’Eden e il peccato originale, semplicemente perché –  prima di edificare case e istituire società – era una scimmia!

A distanza di quasi due secoli il cantautore italiano Francesco Gabbani, con altrettanta audacia, è tornato a rimescolare le carte in tavola parlando dell’evoluzione che inciampa per una scimmia che balla. Bizzarro a sentirsi ma le sue prove sono state così convincenti da persuadere la giuria sanremese e il popolo italiano.

Scienza e musica, dunque, si sono incontrate a distanza di molto tempo e lo hanno fatto su una – a quanto pare – comune predilezione per i babbuini, cercando di dare una risposta quanto più veritiera possibile alle grandi domande dell’umanità: da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?

Se Darwin si occupò della questione con ricerche scientifiche ed esperimenti da raccontare su saggi, destinati a prendere polvere nelle più importanti biblioteche del mondo, Gabbani ha preferito osservare la società per poi cantarla a pieni polmoni sul palco di Sanremo. L’importante, d’altro canto, è arrivare a quanta più gente possibile.

La risposta alla prima domanda è anche l’unica ad aver visto i due grandi evoluzionisti concordi:  la scimmia fu il primo abbozzo dell’uomo, destinato a grandi cose. Il problema però è che, essendo morto sul finire dell’800, lo studioso britannico non ha assistito al prosieguo della storia umana, perdendosi il passaggio successivo all’Homo Sapiens Sapiens: l’internettologo buddhista dal gusto radical chic.

È su questo vacillare della scienza che la musica è intervenuta, per documentare con un ritmo ballabile i corsi e ricorsi della storia. Sì, perché pare proprio sia giunto il momento di azzerare tutto e ricominciare. Questa volta però senza babbuini pelosi da civilizzare, se non altro per mancanza di alberi sui quali farli saltellare. Date le ultime deforestazioni a favore dei produttori d’olio di palma, infatti, per aver un ritorno dell’uomo-scimmia in grande stile bisognerebbe aspettare un altro Big Bang.

Gabbani ha prontamente indicato la via: l’evoluzione, oggi, è in mano all’Occidente che fa di tutto, però, per imitare l’Oriente. Una nuova forma di scambio culturale o, forse, più semplicemente un tentativo di apparire.

Sposare la filosofia indiana è un’ottima mossa agli occhi della società per dimostrare il proprio status di “intellettuale” a patto che lo si faccia con un outfit degno dell’approvazione della fashion blogger di fiducia. Sono finiti i tempi dell’abito che non fa il monaco e fare yoga con un legging non abbinato al top risulta una caduta di stile da dilettanti incivili!

Se nell’800 Darwin dovete fare i conti con una morale cristiana dilagante e chiusa a riccio davanti alla sua teoria evoluzionista, il cantautore italiano ha avuto il piacere di spaziare tra varie scuole di pensiero filosofico e religioso che fanno tendenza su Twitter e promuovono massime da postare come commento ai selfie su Instagram.

Pullulano i “comunque vada Panta Rei” sotto le foto di dubbio valore etico e poco importa se per fare like bisogna scomodare Eraclito, credendo invece di citare Barbara D’Urso, perché alla fine dei conti “l’intelligenza è demodé”.

Fuori moda risulta anche la storia del Dio fatto carne e immolato per i peccatori. E non potrebbe essere altrimenti in una società di vegetariani e vegani. Meglio far sapere al mondo, magari con uno stato su Facebook, di essere passati a forme di religione più a passo con i tempi e facilmente inseribile tra il meeting con il capo e l’ora anti-stress in palestra. Ovviamente tutto da documentare con video sui social.

Checché ne dica Alberto Angela, l’uomo-scimmia-ballerino del 21° secolo la storia non la scrive, la posta su Instagram Story!

Antonella Fortunato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...