IL VINILE: DA SUPPORTO MUSICALE AD ACCESSORIO DI MODA

Il disco in vinile nasce negli Stati Uniti d’America, viene introdotto sul mercato dell’industria musicale dalla Columbia records e viene principalmente considerato un’evoluzione del precedente disco a 78 giri; le caratteristiche, infatti, sono simili: il supporto resta una piastra circolare incisa su entrambi i lati, l’incisione parte dal bordo esterno, con un solco a spirale che permette la riproduzione di suoni. A cambiare, e a determinarne il futuro successo, è il materiale: se prima si incideva sulla gommalacca, con l’avvento del disco in vinile si incide sul PVC, questo ha permesso di ridurre lo spessore dei solchi, quindi di diminuire il passo della spirale e abbassare la velocità di rotazione da 78 a 33⅓ giri per minuto, con un conseguente aumento della durata di ascolto che si aggira intorno ai 30 minuti per lato nel caso dei Long-Playing (LP).

Pochi mesi dopo, RCA Victor (Radio Corporation of America-ndr) risponde a Columbia introducendo sul mercato un vinile a microsolco a 45 giri,  il buco per fissare il disco al piatto era più grande e incompatibile con quello degli LP. I 45 giri possono contenere una canzone di pochi minuti per lato, e RCA li presenta come formato per i singoli: il lato A solitamente contiene la canzone di lancio, mentre quella sul lato B può essere anche una traccia riempitiva.

Il suono su disco in vinile è riprodotto analogicamente, per la riproduzione l’informazione sonora viene letta per mezzo di una puntina posta sul solco inciso. Il primo supporto grazie al quale è stato possibile far girare un disco per ascoltare la musica è stato il grammofono, inventato negli Stati Uniti dal tedesco Emile Berliner, alla fine degli anni Ottanta dell’Ottocento; fino a giungere nel 1950 ai giradischi a tre velocità progettati in modo da poter riprodurre tutti formati di dischi presenti sul mercato, utilizzando un adattatore per riempire il buco più largo dei 45 giri.

Il vantaggio che si ottiene dalla riproduzione è l’ottima qualità acustica, motivo per cui, nonostante oggi si faccia largo uso delle tecnologie digitali, c’è un “ritorno” all’uso e all’ascolto del vinile.

Da alcuni anni, infatti, il vinile ha ritrovato una nicchia di mercato composta da nostalgici e nuovi avventori; i primi li ascoltano da decenni, ne conoscono caratteristiche e differenze, la passione per il disco in vinile è la logica conseguenza della passione per la musica. I secondi, invece, sono perlopiù attratti dalla cultura e dallo stile veicolati nel secolo scorso, e il vinile ne rappresenta uno degli oggetti più iconici.

Ma la rinnovata passione degli ultimi anni per il disco in vinile non riguarda solo l’ambito musicale, nonostante questo rappresenti il supporto di incisione musicale più in voga fino agli anni ’80, è un oggetto particolarmente soggetto ad usura e graffi che ne compromettono la qualità acustica e/o la funzionalità, un vinile graffiato è quasi inutilizzabile per la funzione originaria per cui nasce.

Grazie al riciclo creativo, però, ad un oggetto dismesso si può donare nuova vita, ed è così che artigiani, creativi e/o stilisti recuperano dischi in vinile danneggiati per trasformarli in originali e caratteristiche creazioni. Oltre a diminuire il copioso numero di rifiuti nelle discariche, l’oggetto più iconico del secolo scorso si trasforma nell’accessorio che donerà un tocco rock al vostro stile, ed è così che il vinile diventa una borsa molto particolare, una stravagante collana a forma di lisca di pesce, un bracciale asimmetrico o un papillon per le serate più trendy; grazie alla duttibilità della materia prima è possibile manipolarla, conferendole nuove forme tramite l’induzione di calore.

Gli oggetti realizzabili non si limitano ad accessori di moda, ma anche a complementi

orologio-vinile-jimi-hendrix-vinyluse
Orologio da parete realizzato con disco in vinile

d’arredo come specchi dalle cornici barocche,  svuota tasche e orologi intagliati raffiguranti personaggi e/o scene di film famosi, ma dove trovare queste imperdibili creazioni?

Per chi ama girovagare per mercatini il gioco è presto fatto, potreste incontrare proprio lì un artigiano che espone le proprie creazioni, in alternativa c’è il marketplace del vintage e dell’handmade: Etsy, il sito di e-commerce dove è possibile trovare oggetti unici e introvabili, proprio come se fosse un reale mercatino. Basta digitare parole chiave come “Vinyl design” e vi si aprirà il mondo dei vinili dismessi a cui è stato concesso una rinnovato aspetto.

Allora, cosa aspettate? Scegliete l’accessorio che fa al caso vostro e che il potere del vintage sia con voi!

 

Copyright foto:

http://www.boorp.com/sfondi_gratis_desktop_pc/sfondo_disco_vinile_che_esplode_gratis.php

https://www.duzzle.it/products/portatovaglioli-in-vinile-mustache-vinyluse

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...