LA GRANDE EVOLUZIONE DELLA SETTIMA ARTE: DAL CINEMA MUTO AL 4D

Akira Kurosawa, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico giapponese, una volta, a proposito del cinema affermò:

Il cinema racchiude in sé molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.

Una profonda riflessione proveniente da una delle personalità cinematografiche riconosciute tra le più significative del XX secolo, probabilmente, il più importante e imitato cineasta giapponese; i suoi film hanno influenzato fortemente generazioni di registi in tutto il mondo.

Ribattezzata anche come  la settima arte, grazie alla definizione coniata dal critico cinematografico  Ricciotto Canudo nel 1921, quando pubblicò il manifesto La nascita della settima arte, il cinema, oltre ad esser un insieme di arti, tecniche e attività, è un contenitore di espressioni artistiche che spaziano dalla fantasia, all’informazione, e alla divulgazione del sapere.

Ma come nasce questa strabiliante macchina?

Prima ancora dei fratelli Lumiere e di Tomas Edison, prima ancora del cinema muto, vi fu una fase chiamata ‘’precinema’’. La cinematografia intesa come proiezione di immagini in movimento vede i suoi albori addirittura nel mondo antico.

Si iniziò con le Ombre cinese in Oriente, una forma d’arte che vantava antichissime tradizioni, molto simile agli spettacoli di marionette e pupi siciliani che ricordava un teatro ambulante nel quale i personaggi comparivano come ombre.

In Europa, invece, intorno al 1490 venne alla luce, se così si vuol dire, la famigerata camera oscura leopardiana, un dispositivo ottico composto da una scatola oscurata con un foro stenopeico sul fronte e un piano di proiezione dell’immagine sul retro, la prima antenata della nostra attuale fotocamera. A questa ‘’ rinascimentale ’’ invenzione dobbiamo il nome camera che oggi utilizziamo per indicare i nostri moderni apparecchi fotografici.

Poi venne il tempo della lanterna magica e del Nuovo mondo, strumenti ottici di intrattenimento popolare molto simili tra loro, fino all’arrivo che diede una vera svolta alla settima arte dei fratelli Lumiere, inventori del cinematografo.

 fratelli lumiereAuguste Marie Louis Nicolas Lumière e  Louis Jean Lumière furono due imprenditori francesi,  tra i primi cineasti della storia.

Ispirandosi alla tecnica della Lanterna magica, crearono questo proiettore di immagini che cambiò per sempre la storia della cinematografia. Infatti, con il cinematografo dei fratelli Lumière del 1895 si può iniziare a parlare di cinema vero e proprio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nascono cosi le cosiddette “vedute animate”, ovvero scenette realistiche di circa cinquanta secondi (la durata di un caricatore di pellicola). L’interesse dello spettatore era tutto nel guardare il movimento in sé e nello scoprire luoghi lontani, e non quello di veder rappresentate vere e proprie vicende.

Tra gli storici della cinematografia, il periodo precedente l’avvento del sonoro nel cinema, è indicato come la silent era. Il primo film muto della storia del cinema è  considerato Roundhay Garden Scene  un cortometraggio di 3 secondi girato il 14 ottobre 1888.

Le origini del cinema muto risalgono al 1887 coi i primi cortometraggi dei fratelli Lumiere. Tra questi troviamo: L’innaffiatore innaffiato, L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat e La partita a carte.

 In realtà, non fu mai davvero muto.

Fin dalle origini la musica fu parte integrante dello spettacolo cinematografico. Anche i documentari dei Lumière venivano proiettati con accompagnamenti musicali. Probabilmente la musica entrò nei cinematografi per rispondere all’esigenza pratica di coprire i rumori prodotti dal pubblico in sala e quelli provenienti dal proiettore in funzione.

Pur nascendo in Europa, la macchina produttrice del cinema muto ebbe il suo pieno sviluppo nel 1914 negli Stati Uniti, precisamente ad Hollywood, dove nacque il ‘’Divismo’’ cinematografico, un fenomeno di costume che prevedeva una sorta di ‘’divinazione’’ di artisti la cui immagine diventava un’icona altamente simbolica e onnipresente nella vita della gente comune, al pari di quello che era stato per le icone religiose del passato.

rodolfo
Rodolfo Valentino, il divo.

Non essendoci sonoro, la tecnica di recitazione necessitava una mimica enfatizzata al massimo. L’espressività facciale era il fattore fondamentale della scena affinché arrivasse allo spettatore il messaggio chiave. Fu proprio in questo periodo che nacque l’utilizzo di un make-up marcato sugli attori che iniziarono a far uso di ciglia finte di visone per rendere la drammaticità scenica.

Annex - Dietrich, Marlene_NRFPT_48

Solo con la Worner Bros, casa di produzione cinematografica statunitense, si ebbe intorno alla fine degli anni ’20 la primissima struttura cinematografica con sonoro.

worner bros

 Era la fine dell’era del muto e l’inizio di un’era inarrestabile, quella del cinema sonoro.

Chissà cosa avrebbero pensato i fratelli Lumiére dell’evoluzione del loro cinematografo che ha portato, oggi, all’avvento del cinema in 4D, una proiezione cinematografica con visione stereoscopica dell’immagine.

Una meravigliosa evoluzione dal muto al sonoro, dal bianco e nero al colore, dalle ombre a una realtà tridimensionale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

@copyright foto:

http://www.toscanantiquaria.it/lang/it/blog/2015/10/22/cinema-da-collezione-a-saluzzo/

http://www.vita.it/it/article/2016/07/18/i-fratelli-che-inventarono-il-cinema/140179/

https://festival.ilcinemaritrovato.it/rassegna-stampa-la-mostra-lumiere-linvenzione-del-cinematografo/

http://brevestoriadelcinema.altervista.org/2-1.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Auguste_e_Louis_Lumi%C3%A8re

http://www.telefilm-central.org/2015/11/03/luccacg15-i-trailer-delle-prossime-uscite-di-casa-warner-bros-presentati-a-lucca

http://toxoplasm.org/post/56559213777/rudolf-valentino-in-monsieur-beaucaire

http://www.hotel-r.net/it/charlie-chaplin

http://amoreperilmakeup.blogspot.it/2015_10_01_archive.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...