POKÉMON, IL GIOCO “EVOLUTIVO” PER ECCELLENZA

Se esiste un franchise che ha fatto dell’evoluzione il proprio grido di battaglia è sicuramente Pokémon. Le celebri creature create da Game Freak per Nintendo sono infatti da più di vent’anni la rappresentazione stessa del famoso concetto darwiniano.

Nati come videogioco, e trasformati in una moltitudine di altri media, i mostri tascabili arrivano sulla console portatile GameBoy nel 1996, in due versioni per il territorio giapponese: Rosso e Verde. A distinguere le due versioni sono mostriciattoli presenti in esclusiva in una o l’altra versione, aumentando la longevità del gioco attraverso l’obiettivo di catturarli tutti con lo scambio tra le due cartucce, unico modo per completare il sistema di catalogazione Pokémon, il Pokédex.

Un gran numero di habitat accompagna i giocatori nel corso delle avventure, mostrando il variare della presenza delle creature in base alla natura. La prima distinzione che avvicina dunque il gioco alla realtà scientifica è la non-presenza di qualsiasi mostro in qualsiasi luogo, ma una ben specifica presenza di Pokémon in base all’ambiente. Un adattamento che, di gioco in gioco, proseguirà fino a mostrare delle profonde radici nell’ambito darwiniano: nelle ultime generazioni è infatti la normalità vedere le creature Nintendo avere diverse forme, nonostante appartengano apparentemente alla stessa specie, in base all’habitat. Come non pensare alla differenziazione dei fringuelli studiati dallo scienziato alle isole Galapagos? Colori, forme, abitudini: il realismo di un mondo così fantasioso può lasciare decisamente stupiti.

Accanto al realismo, vi è invece il concetto, decisamente più legato al rendere accattivanti le creature, di evoluzione. Cosa rappresenta l’evoluzione nel mondo Pokémon?

Mentre nella realtà l’evoluzione è il progressivo cambiamento di una specie verso un’altra specie differente dalla prima, ma progresso di quella stessa, nel mondo creato da Satoshi Tajiri questo processo è decisamente più simile alla crescita, al raggiungimento dell’età adulta. I Pokémon combattono, salendo di livello, fino a raggiungere la possibilità di evolvere nella propria forma successiva, con un nuovo nome, che però non esclude la precedente relazione. Se l’essere umano si è “evoluto” da Homo Erectus a Homo Sapiens, l’evoluzione nel mondo Pokeìémon somiglia molto più ad un passaggio da infanzia, ad adolescenza, alla piena maturità, o dallo stadio larvale allo stadio finale di evoluzione di un insetto. O, ancora più azzeccato, il passaggio da girino a rana, in quel ciclo evolutivo che chiunque, da bambino, ha ammirato non solo sui libri di scienze, ma anche nella realtà degli stagni.

Evoluzione di Eevee

Nonostante l’evoluzione sia dunque così differente dalla realtà, vi sono casi dove gli autori del gioco sono tornati ad avvicinarsi alle teorie darwiniane. Un esempio può essere nelle evoluzioni ramificate, in cui la stessa creatura può evolversi in diverse forme in base all’habitat in cui avviene la trasformazione. Foreste, montagne, grotte, tutto ciò contribuisce allo sviluppo di alcuni Pokémon, mostrando come, appunto, l’habitat influisca nel processo di trasformazione delle specie nel corso dei millenni.

Pokémon finisce per dimostrare al mondo come le teorie evoluzionistiche si siano radicate nell’immaginario collettivo, finendo per coinvolgere non solo la cultura scientifica, ma anche tutta una serie di opere appartenenti a vari media, pronti ad espandere la conoscenza, seppur diversificata e non scientifica, del concetto di evoluzione, in un mondo dove resistono ancora, incredibilmente, sacche di creazionisti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...