CULTURA

LAND ART- LA NATURALE ARTE DI FARE ARTE CON LA NATURA

Eravamo abituati a pensare all’arte come un qualcosa da contemplare all’interno delle quattro mura di un museo ma non più di cinquant’anni fa qualcosa è cambiato. Era la fine degli anni ’60 quando in America si accingeva a fare i primi passi una nuova e originalissima forma d’arte: la land art.

Questa contemporanea corrente artistica nacque da un intervento diretto dell’uomo con la natura circostante.

Le quattro mura di un museo vennero improvvisamente soppiantate dai quattro elementi della natura: aria, terra, acqua e fuoco.

Nacque come antitesi alla minimal art e alle sue fredde geometrie ma anche come contrapposizione alla pop art e al figurativismo che spopolava in quegli anni fortemente segnati dal Dopoguerra.

Nota anche come Earth Workers, la Land art è ciò che lega l’essere umano alla natura stessa. L’artista realizza la sua opera attraverso gli elementi cardini dell’universo: il paesaggio è la sua tela.

Ma se c’è una cosa di cui possiamo esser certi è che non si ha controllo alcuno sulla natura. Infatti, queste grandiose opere artistiche, tanto difficili e complicate da realizzare, hanno una durata breve. Un’arte esposta al sole, alla pioggia e ad ogni forma di organismo decompositore.

Durano finché Madre Natura non se li riprende.

Sono tantissime oggi le opere di Land art nel mondo. In Italia, il centro di diffusione di questa forma d’arte è a Pordenone dove otto anni fa è nato Humus Park,  una rassegna biennale in un grande parco urbano per far conoscere ai cittadini l’originalità di Earth workers.

Ecco di seguito una raccolta delle più belle rappresentazioni artistiche naturali del mondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

@copyright foto:

Amazingness in the Genre of Land Art

Viaggio nella land art: i luoghi da non perdere in Italia

Annunci

Rispondi