MANUALE D’AMORE: LE 4 STAGIONI DEL CUORE

Si fa presto a parlar d’amore senza considerare le sue conseguenze, più o meno tragiche, parossistiche e vicine al chi me l’ha fatto fare.

Soprattutto per chi nasce, cresce e corre negli anni ’80, o corre nei ’90 ma con il retaggio culturale del decennio precedente, come dice anche il buon vecchio Manuel «non si esce vivi dagli anni ‘80» – se non hai colto la citazione al volo sei un Millennial e se non lo sei dovresti rivedere i tuoi gusti musicali. In ogni caso il disagio è dietro l’angolo per chiunque.

A proposito degli anni ’80, i modelli culturali con cui siamo cresciuti sono indubbiamente di animo nobile e buone intenzioni, sempre le migliori, ma diciamoci la verità: un vero disastro in fatto di gestione dei rapporti di coppia o presunti tali, nella maggior parte dei casi si può parlare di gestione di un amore platonico.

Qualche esempio? Eccoli serviti su un piatto d’argento:

  • Candy Candy: dopo l’infanzia difficile, l’orfanotrofio e l’adozione, si susseguono una serie di innamoramenti in cui a farla da padrona è l’impossibilità di viverli, per un motivo o per un altro, l’unica certezza è che nel momento in cui Candy si interessa a qualcuno succede sistematicamente qualcosa, ma lei insiste e persiste. L’eredità che Candy Candy ci lascia è la sindrome da crocerossina.
  • Lady Oscar: una vita intera a nascondere la sua reale natura, perché come tutti sappiamo «tuo padre voleva un maschietto, ma ahimè sei nata tu». Si è da sempre vociferato di una sua relazione con Maria Antonietta, ma nonostante tutto, che sia per salvare le apparenze o meno, la storia d’amore ufficiale era con Andrè – come se la questione non fosse già abbastanza complicata, ci mancava la friendzone. Quando, finalmente, entrambi hanno il coraggio di dichiararsi l’amore reciproco, lui muore e il giorno dopo anche lei.
  • Sailor Moon: un gruppo di amiche dall’identità segreta, quando non sono a scuola sviluppano i propri misteriosi poteri e, di base, fanno caciara tutte insieme – diciamoci la verità, è quello che abbiamo sempre sognato ed è il motivo per cui guardiamo i tutorial su come applicare il correttore per nascondere le occhiaie!
  • Brooke Logan: lei è un’istituzione in fatto di amori.

Se  sono questi gli esempi con cui sei cresciuto ecco, senza presunzione di esaustività, una pratica guida al fallimento in amore, al riconoscimento e alla gestione dello stesso.

La primavera- ovvero la stagione dei ciliegi

In questo periodo è tutto fantastico, hai appena conosciuto qualcuno e, senza voler esagerare, inizi a pensare a voi due su una spiaggia con un cocktail in mano a parlare di argomenti pregni di significato, ma senza significante. Ciò che predominerà è l’istinto, anzi sarete solo istinto e non ci sarà un briciolo di ragione in voi. Assecondatelo entro certi limiti.

Non riesci a definire realmente il rapporto che sta nascendo e questa condizione può durare da 1 a 6 mesi, in alcuni casi anche di più, ed è qui che entrano in ballo tutti i precedenti esempi citati. Se a farla da padrona è Candy Candy: scappa, fare la crocerossina è demodé, lui/lei non cambierà e a distanza di tempo ti ritroverai con  un pugno di mosche. Se, invece, fa capolino Lady Oscar, bhe accertati che abbia un’amica carina! Se esce la Sailor che è in te, te la caverai con  un cristallo di luna. Ma se si fa spazio Booke, non c’è bisogno di aggiungere altro.

L’estate – ovvero la stagione del sole

Se siete giunti a questa fase, vuol dire che avete superato l’iniziale periodo di titubanza e dubbi ancestrali, per lasciare spazio a tutto l’amore che c’è in voi. Godetevi questo periodo prima che passi, e se non passa siete fortunati!

Questo è il momento in cui si caratterizza una storia, capirete giorno dopo giorno come venirvi incontro e come affrontare la quotidianità. Ebbene sì, superata l’euforia iniziale si fanno i conti con la tanto temuta quotidianità. Non leggete questo termine con accezione negativa, la condivisione giornaliera con la persona giusta è unica e tanto la maledirete, tanto vi mancherà. Ma al netto dei fatti, al di là di queste questioni “burocratiche”, è il periodo più bello, consapevole e maturo della storia. Lasciatevi andare e fatevi trasportare dalle sensazioni, dall’altro e da quello che sarà

Il 90% delle relazioni bypassa questa “stagione” e passa direttamente alle successive.

L’autunno – ovvero la stagione delle perturbazioni atlantiche

Inizieranno ad alternarsi periodi di gelate, a periodi di ondate di caldo. Il rapporto inizia ad essere altalenante, caratterizzato dai sempre più frequenti alti e bassi.

Non fatevi spaventare dai primi bassi, se le radici sono solide riuscirete a superare la perturbazione, magari con qualche foglia in meno. È il momento di tirar fuori la forza e la tenacia di Lady Oscar.

Se i bassi sono così bassi che vi pare non ci sia rimedio, ignorate per carità la vocina di Candy che vi dice di tentare ancora, è il momento di lasciar perdere prima di entrare nel vortice del lascia e prendi e delle tedianti discussioni.

Questo è il momento di definire le priorità e capire quale sarà il futuro della vostra storia, un briefing con le altre Sailor potrebbe decisamente essere d’aiuto. Mentre è totalmente fuori discussione dar adito ai colpi di testa di Brooke.

Se riuscirete a superare la stagione dell’autunno, potrete risentire il caldo tepore del sole estivo.

L’inverno – ovvero la stagione del grande gelo

Se siete arrivati a questa stagione avete ascoltato la vocina di Candy Candy e, allora, oltre un clap clap, vi meritate un ben vi sta.

Questa è la stagione più difficile da affrontare perché caratterizzata da freddezza e indifferenza, si percepisce che si sta per mollare la presa, ma non si ha il coraggio di farlo realmente e allora iniziano le pretese di chiarimenti delle rispettive posizioni, momenti pacati inframmezzati da crisi isteriche. Il rapporto è ormai giunto al suo stadio terminale e non c’è molto da recuperare, se non la stima e il rispetto reciproco e verso se stessi. Mettete quel punto prima che sia troppo tardi.

In questa fase Brooke è bella che ibernata, le Sailor non fanno altro che passarti un bicchiere sempre pieno, Lady Oscar ha ormai già combattuto il suo ultimo scontro e da vera combattente ha deposto le armi per tempo congedandosi dal campo di battaglia, e Candy Candy bhe tappatele la bocca per una volta!

Dopo il lungo inverno seguirà la fase della profonda depressione, ma non perdetevi d’animo: nervi saldi e bicchiere in mano, la parola d’ordine è tequila per tutti!

 

Copyright copertina: https://it.123rf.com/clipart-vettori/le_quattro_stagioni.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...