LA NOBILTÀ DELL’ANIMO: ROOSEVELT E IL NEW DEAL

Il XX Secolo non è composto dalle tragedie più evidenti, costituite dalla Prima e dalla Seconda Guerra Mondiale, ma anche da disgrazie forse meno disastrose all’apparenza, ma ugualmente devastanti per coloro che le vissero.

Tra queste, la Grande Depressione ha mostrato al mondo contemporaneo la sopravvivenza della povertà, del rischio che essa costituisce non solo per la parte del mondo in via di sviluppo, ma anche per il mondo industrializzato, totalmente dipendente dal circuito economico. Il 1929 ha infatti dimostrato, per la prima volta, come lo stretto legame tra la produzione e l’economia di borsa possa portare a conseguenze incontrollabili. Aumento dei prezzi, licenziamenti, inflazioni: un vortice vizioso di estrema efficacia, che gettò non solo gli Stati Uniti, ma anche gran parte delle economie mondiali nel baratro. L’esempio più chiaro è quello della Germania, l’allora Repubblica di Weimar, che, dipendente economicamente dalla potenza americana, subì conseguenze economiche talmente drammatiche da favorire l’ascesa del nazismo.

wallstreet_1014938c

A farne le maggiori spese non furono ovviamente gli industriali, i cosiddetti “ricchi”, ma i poveri, gli oppressi, in grado di finire nelle morse della criminalità che divenne la vera potenza dominante della società degli anni ’30. Non è un caso se questi anni videro la nascita di figure come Superman e Batman: da un lato il campione degli oppressi, dall’altra un oscuro vigilante pronto a combattere il crimine nella maniera più oscura.

Non solo supereroi riempirono l’immaginario del periodo. L’eroe per eccellenza nella rivalsa fu Franklin Delano Roosevelt, Presidente degli Stati Uniti d’America dal 1932 alla sua morte, nel 1945. Roosevelt, costretto sulla sedia a rotelle, seppe, con grande carisma, conquistare la fiducia dei cittadini statunitensi, per poi contrastare la Depressione in ogni modo possibile e immaginabile.

franklin_d_roosevelt_0

In un celebre discorso, in cui si espresse nel combattere contro “the fear itself“, la paura stessa, spinse gli Stati Uniti verso il New Deal, il nuovo corso economico con cui Roosevelt si fece promotore di un nuovo modo di fare economia.

La troppa libertà economica aveva condotto il paese nella disperazione, ed era ora il turno dello Stato di salvare i cittadini. Il New Deal fu costituito da una serie di iniziative economiche di grande respiro, tra cui il recupero più ampio dell’occupazione, grazie ad una serie di grandi opere pubbliche che tornarono a far circolare, quanto possibile, una certa stabilità nei tanti che avevano perso ogni cosa in quel tragico 1929.

La figura del presidente Roosevelt è molto importante per la popolazione statunitense degli anni ’30. Come mai? Il celebre politico è arrivato a rappresentare la massima carica degli Stati Uniti in un momento di totale sfiducia. Da un lato vi era la grande massa impoverita dalle azioni del versante opposto, costituito dai ricchi e potenti uomini che avevano giocato fino a distruggere la vita di molti. Questa nuova aristocrazia di nobile non aveva assolutamente nulla, nella dimostrazione più cruenta dei rischi del capitalismo incontrollato.

In una fase del genere, Roosevelt riuscì a ripristinare la fiducia nelle istituzioni, negli Stati Uniti, nel concetto stesso di Sogno Americano. Il presidente era solito, per fortificare i rapporti con i cittadini, realizzare trasmissioni radiofoniche in cui, intorno al focolare, spiegava agli ascoltatori le sue manovre, le sue decisioni, come un padre con i suoi figli. Un uomo in grado di incarnare la speranza, in contrapposizione alla celebre paura del discorso sopracitato.

Nella miseria di una nazione, si seppe imporre il più nobile dei suoi uomini, per guidare gli oppressi verso una nuova libertà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...