ATTUALITÀ

RINO GAETANO RIVIVE NELL’INEDITO “TI VOGLIO”

 

Rino Gaetano

 

Rino Gaetano scompare il 2 giugno del 1981, trentasette anni in cui la musica del poeta del nonsense non ha mai smesso di suonare e riecheggiare nei ricordi dei suoi sostenitori.

Voce roca e personalità scomoda. Testi irriverenti ed ironici.

Legato alla sua terra di origine, Crotone, ma vissuto e cresciuto nel popolare quartiere romano di Montesacro.

Innovativo, alternativo, una voce fuori dal coro.

Nei suoi testi di denuncia sociale pungenti attacchi alla classe politica, alle falsità del potere.

Basti pensare a Nuntereggae più o Tì tì tì, brani singolari e più che mai attuali.

La carriera in ascesa del cantautore si interrompe improvvisamente una mattina di giugno quando, poco più che trentenne, perse la vita in un terribile incidente sulla via Nomentana a bordo della sua Volvo travolta da un camion dopo essere finito nella corsia opposta.

Una morte avvolta dal mistero.

Rifiutato da tre ospedali della capitale, il cantante morirà a seguito delle gravi ferite riportate alla testa.

Proprio come Renzo protagonista de La ballata di Renzo il suo brano del 1971 che raccontava la morte di un uomo dopo essere stato rifiutato da tre ospedali romani e perfino dal cimitero.

 

Quel giorno Renzo uscì, andò lungo quella strada quando un auto veloce lo investì. 

La strada molto lunga, s’andò al san Camillo e lì non lo vollero per l’orario.
La strada tutta scura, s’andò al san Giovanni e li non lo accettarono per lo sciopero.

Con l’alba ,le prime luci s’andò al Policlinico ma lo respinsero perché mancava il vice Capo.
In alto, c’era il sole si disse che Renzo era morto ma neanche al cimitero c’era posto.

 

Acuto osservatore della realtà che lo circonda. Diversi i temi trattati nelle sue canzoni.

Dalla condizione del Mezzogiorno al problema dell’emigrazione (Agapito Malteni il ferroviere, Cogli la mia rosa d’amore) per arrivare all’emarginazione sociale in Mio fratello è figlio unico.

 

 

 

Rino Gaetano è ancora oggi mito dei giovani, sottovalutato all’epoca e riscoperto negli anni dalle nuove generazioni.

Ad onorarlo tante cover band, spettacoli teatrali, libri, trasmissioni e serie tv.

Ma il cielo è sempre più blu, tra l’altro, è diventato l’inno ufficiale del Football Club Crotone.

Ogni anno, il 2 giugno, a Piazza Sempione si tiene il Rino Gaetano Day, unico evento nazionale e ufficiale dedicato al cantautore.

Organizzato dalla sorella Anna e i nipoti Alessandro e Danilo della Rino Gaetano Band, quest’anno giunto ormai all’ottava edizione.

Un’icona sempre viva, come la sua voce che ritorna in un testo inedito e rinvenuto da sua sorella Anna.

Il cantane romano Artù ha scritto e cantato le strofe mancanti del pezzo, lasciando nel finale del brano l’incisione originale con la voce di Rino Gaetano.

Il singolo Ti voglio suonato dalla Rino Gaetano Band, è accompagnato da un videoclip onirico che porta la firma del regista Maurizio Nichetti.

 

 

 

Copyright Foto 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi