Magazine

MI SONO INNAMORATO DI UNA PUPA

Gentili Adam&Eva, mi chiamo Alfredo e ho esattamente 50 anni suonati. Vivo in un piccolo borgo di provincia, in uno di quei posti dove tutti sanno chi sei e cosa fai e, qualche volta, anche molto di più. Sono un uomo definirei pacato con un’importante posizione sociale e ben visto dalla gente del luogo. Sono separato e ho un figlio e già da qualche anno vivo da solo nel mio appartamento un po’ fuori dal centro del borgo. Da molto tempo, non saprei neanche definire quanto, ho vissuto passivamente le mie giornate dividendomi tra il lavoro e i miei numerosi hobby, tra questi, l’amore per i cavalli e il nobile sport dell’equitazione. Ero sereno e tranquillo fino al giorno in cui ho fatto la conoscenza di una giovane donna che ha riacceso in me emozioni ormai spente e che credevo non sarebbero mai più tornate in superficie. Non posso negare di svegliarmi la mattina con uno smagliante sorriso pensando a lei ma ciò che mi compiace al risveglio mi angoscia durante il giorno.

L’ ostacolo alla mia nuova felicità è la differenza di età.

Lei ha appena vent’anni, è giovane e volonterosa di scoprire e vivere tutte le situazioni che la vita le metterà davanti; io dal canto mio di esperienze ne ho vissute. Tra di noi al momento è nato unicamente un rapporto platonico, fatto di lunghi messaggi, chiacchierate, abbracci e profondi e languidi sguardi. 

Da qualche giorno ho percepito il suo desiderio di diventare più intimi ma sono spaventato dalle conseguenze. Lasciarmi andare significherebbe rendere reale questo amore ancora platonico. Sogno spesso di toccarla e di farla mia ma sono angosciato dalle ipotetiche conseguenze, tanto da temere di rovinare tutto e di poter esclamare a me stesso: tutta colpa di Alfredo!

Avrei bisogno di un tempestivo consiglio. 

 

Caro Alfredo, una delle domande più comuni oggi è proprio questa:

Tra un uomo maturo e una giovane donna c’è la possibilità che nasca del vero amore?

Ogni legame è una storia a sé e si struttura per un’esigenza profonda di affetto e ciò spesso succede tra persone con una notevole differenza di età. 

La donna predilige un uomo più maturo per tante ragioni e una di queste è la necessità e il bisogno di sentirsi sicura, compresa, ascoltata e centrale nella relazione.

La seduzione che esercita un uomo adulto in termini di potere e affermazione personale non è la stessa di un ragazzo all’inizio della sua carriera con la sua acerba virilità che manifesta ancora aspetti di incertezza. 

La psicoanalisi lo classifica come il complesso di Elettra, ovvero, l’attrazione di una giovane verso un uomo che potrebbe essere suo padre. 

In molti casi simili al tuo,  il compagno diviene come un genitore ma la probabilità che la relazione si sviluppi anche sul piano sessuale è altissima.

Il nostro consiglio è semplice e diretto: lasciati andare. Che sia solo un sentimento o un primitivo desiderio carnale, cerca di render reali i tuoi desideri affinché possano renderti felice e appagato. 

Dopo tutto la tua pupa è maggiorenne. 

Annunci

Rispondi