Magazine

CYBER E DINTORNI. LA RETE DEL SESSO

Cari Adam & Eva,

sono Maena, ho 43 anni e da qualche mese ho “conosciuto” un uomo con il quale ho instaurato un meraviglioso rapporto…in rete.

Sin da subito con lui mi sono sentita a mio agio, libera di parlare del mio modo di essere, di quello che mi piace, di cosa mi aspetto da una relazione sentimentale.

Abbiamo deliberatamente deciso di non scambiarci fotografie perché concordavamo sul fatto che fosse meglio conoscerci prima per come siamo dentro e solo successivamente scoprire il lato apparente di noi; bè devo ammettere che io e Paolo – è così che si chiama il mio interlocutore senza volto – abbiamo una bellissima sintonia, chattiamo spesso di notte per ore ed ore senza renderci nemmeno conto del tempo che passa.

Fino a questo momento ci siamo concessi qualche piccola libertà, diciamo pure a cuor leggero, perché in fondo nessuno dei due vedeva l’altro ed è semplice in una tale situazione essere disinvolti e disinibiti.

Qualche sera fa, però, Paolo mi ha chiesto di “scoprirci” e di farlo attraverso un gioco erotico in rete che ci metterebbe “a nudo” completamente.

Lì per lì sono rimasta spiazzata e non ho potuto che acconsentire, perché la richiesta mi è stata rivolta in modo così naturale e schietto che non ho avuto la freddezza di riflettere e dare a Paolo una risposta diversa; ma in effetti, ripensandoci a freddo, non so cosa fare e non sono proprio convinta che concedermi così apertamente sia la cosa giusta.

Vi prego di aiutarmi, come dovrei comportarmi?

 

Carissima Maena,

il tuo è un caso piuttosto curioso, in effetti.

La stranezza a nostro avviso non riguarda tanto la richiesta che ti è stata mossa, che in sé e per sé non ha nulla di eccezionale ed anzi, è anche piuttosto frequente nelle relazioni che nascono sul web;  ciò che ci sembra strano è piuttosto il fatto che questa conoscenza, a discapito delle premesse con cui è nata e di cui ci racconti, non vive le sue tappe in modo graduale.

Lungi da noi il voler giudicare te o Paolo, ed a prescindere da qualunque cosa deciderai di fare, in tutta sincerità riteniamo che chiederti di vedersi per la prima volta – ancorché attraverso il monitor – ed al contempo proporti un gioco erotico che implichi la necessità di mettere in mostra “la merce”, tradisca il romanticismo e la maturità di un rapporto che è partito senza voler dare alcun peso alle apparenze.

Dovresti davvero riflettere, a nostro avviso, per comprendere se Paolo è davvero la persona che fa per te o se piuttosto questa meravigliosa conoscenza di cui racconti e la grande sintonia che tu avverti tra voi non sia piuttosto, invece, un castello di sabbia.

Il nostro più sincero in bocca al lupo; facci sapere come andrà a finire!

Adam & Eva

 

 

Copyright foto

 

Annunci

Rispondi