ATTUALITÀ

BUDAPEST, UNA CITTÀ DA SCOPRIRE

Budapest è una delle città più turistiche in Europa. Ricca di fascino imperiale e decadenza di fine millennio, Budapest è la meta ideale per un weekend all’insegna del divertimento e del relax.

Budapest è una città molto economica, si possono trovare alloggi a meno di trenta euro a notte in pieno centro. Generalmente gli appartamenti sono molto curati all’interno, molto meno all’esterno. Tanti sono gli appartamenti ricavati in cortili di case un po’ malandate, non ristrutturate. Si può avere l’impressione di essere capitati nel peggior posto possibile, ma, infondo, non è così. Gli appartamenti risultano essere accoglienti, così come i proprietari, disponibili alle richieste degli ospiti e molto discreti.

Se si hanno pochi giorni a disposizione per visitare la città, di seguito vi proponiamo un mini tour da fare in due giorni, il tempo di un weekend, per godere al meglio delle bellezze, nascoste e palesi, di questa città tutta da scoprire.

CAMMINANDO PER BUDA

Il centro storico della città è sicuramente una delle parti più interessanti del tessuto urbano di Budapest.

Facilmente raggiungibile attraverso il Ponte delle Catene che unisce le due sponde del Danubio, Buda offre al visitatore un’ampia scelta di attrazioni da vedere e visitare. Una volta attraversato il Ponte, il viaggiatore si troverà ai piedi di un’antichissima funicolare, la Budavári Sikló. Il prezzo del biglietto non è molto economico, considerati i prezzi della città, ma il breve tragitto a bordo della funicolare davvero il prezzo.

Una volta scesi dalla funicolare che fece il suo primo viaggio nel 1870, ci ritroviamo dinanzi al Castello di Buda, antica dimora dei re magiari, patrimonio dell’UNESCO dal 1987. Oggi il Castello accoglie la Biblioteca Széchenyi, la Galleria Nazionale Ungherese e il Museo di Storia di Budapest.

Lasciandosi il Castello alle spalle, ci si può dirigere verso il Bastione dei Pescatori che offre una vista indimenticabile sul lungo Danubio e sul Palazzo del Parlamento.

VITA NOTTURNA

Dopo aver girato per il centro storico della città e aver fatto un po’ di sano shopping nel quartiere attorno alla Basilica di Santo Stefano, vi consigliamo di godere della vita notturna della città.

Caratteristici sono i pub in rovina che si trovano nel quartiere ebraico, a due passi a piedi dal centro. Questi pub sono ricavati in cortili di case abbandonate. Risultano essere, perciò, labirintici, possiamo entrare e uscire da quelli che una volta erano appartamenti di comuni cittadini, trasformati ora in locali da bere. La birra consigliata è quella locale, così come gli amari e i digestivi.

szimpla-kert

Insomma, questi pub in rovina sono nati dall’occupazione, non propriamente a norma di legge, di locali abbandonati e in disuso da parte di gruppi di ragazzi che con il tempo hanno iniziato ad arredarli con materiale di recupero. Cosi sono arrivate sedie e divani destinati alle discariche che trovavano nuova vita in uno dei locali notturni di Budapest. Inizialmente creati anche solo per una stagione estiva, con il tempo, anche grazie all’affluenza di visitatori e viaggiatori un po’ da tutto il mondo, divenendo così famosi tanto da diventare un vero e proprio simbolo della città.

COSA MANGIARE

Sicuramente il gulasch, la tipica zuppa delle tribù magiare. Anche la cucina ungherese ha le sue specialità street food come appunto il làngos, nient’altro che una specie di pizza fritta condita, di solito, con panna acida e formaggio. Le varianti, però, sono molteplici, ne esistono sia dolci che salate. Il nome della specialità deriva dalla parola làng che significa fuoco: la pietanza viene infatti tradizionalmente cotta sui carboni ardenti. 

Un’altra specialità è la Rétes, una sorta di strudel.  È composto da pasta sfoglia e può essere farcito con mele, prugne, ricotta di mucca con uva passa, amarene oppure zucca, anche se la versione più apprezzata è quella con i semi di papavero. Vi consigliamo di mangiarlo a Buda dove troverete diversi locali che lo servono al tavolo oppure da asporto.

Sconsigliate sono, invece, le tipiche salsicce, a meno che non abbiate uno stomaco tanto forte da resistere ad un mix letale di paprika e aglio.

Annunci

Rispondi