MetisMagazine

COPPIA APERTA – I CONSIGLI DI ADAM&EVA

Cari Adam&Eva,

sono un uomo eteroflessibile, ho quasi 40 anni, e sono sposato in coppia aperta con una donna bisessuale. Finora non è mai successo di provare realmente la dimensione “aperta”, probabilmente per una questione legata alle circostanze.

Da poco è riemerso un desiderio che avevo già da molto tempo, andare a letto con una donna trans. Ho comunicato questo mio desiderio a mia moglie, che mi sostiene e non è infastidita dall’idea. 

Non so però come fare ad incontrare una donna trans, e non essendo in cerca di una relazione, non so come approcciarmi alla questione. Non vorrei essere inopportuno o fuori luogo offrendo solo sesso e, quindi, incarnando appieno lo stereotipo dell’uomo sposato che per curiosità cerca una donna trans.

Cosa mi consigliate di fare?


Caro uomo eteroflessibile,

dalla definizione stessa che ti sei dato, si evince che per te non è un problema approcciare sessualmente con un genere che non sia esclusivamente femminile. Pertanto non rischi di essere inopportuno o fuori luogo offrendo solo sesso, anche perché sei in una coppia aperta e tua moglie è consenziente.

La stessa trasparenza che hai riservato a tua moglie, dovresti riservarla a qualunque persona a cui ti avvicini, anche se si tratta solo di un’esperienza sessuale.

Le persone transessuali sono come tutte le altre: c’è chi è impegnato/a, chi cerca una relazione stabile, e chi cerca solo sesso anche se impegnato/a. L’importante è “giocare” a carte scoperte, sempre.

Potresti scaricare un’app per incontri e dire di essere in coppia, e che cerchi solo sesso occasionale, aggiungendo che le risposte da parte di trans sono benvenute, e aspettare che risponda una donna interessata a ciò che offri.

Ma ricorda che la trasparenza è fondamentale in ogni tipo di rapporto!

Adam&Eva


Copyright copertina

Annunci

Rispondi