ATTUALITÀ

INFLUENCER MARKETING – NON LA SOLITA PUBBLICITÀ

L’influencer Marketing è una nuova strategia pubblicitaria che mescola insieme volti noti dei social con i brand più famosi e alla moda. Capire cosa comporta questo mix esplosivo è abbastanza semplice: un volto noto del web può avere molta influenza su potenziali acquirenti che in questo caso sono i suoi follower; un brand (più o meno famoso) decide di utilizzare l’influencer come testimonial di un prodotto, senza utilizzare la più comune pubblicità, concedendo loro una determinata rosa di prodotti. Questi prodotti andranno fotografati (mentre l’influencer li indossa o utilizza, ovviamente dipende dal prodotto) e postati sui vari social, primo su tutti Instagram.

influencermarketinginfographic

Grazie a questa nuova strategia di marketing online, che si divide in azioni ben specifiche come individuare l’influencer e renderlo partecipe della mission aziendale, concedere agli influencer dei prodotti da sponsorizzare, si arriva alla fidelizzazione sia dell’influencer stesso che diviene ambasciatore dell’azienda, sia, ovviamente del follower che si trasforma da potenziale a reale acquirente.

I follower, chiedono consigli di stile in base alle foto dei prodotti pubblicate online dai loro influencer preferiti, chiedono dove è possibile acquistare un determinato capo di abbigliamento, si informano direttamente nei commenti del post sulle specifiche di un prodotto, per esempio, di elettronica o informatica.

Non c’è più, quindi, la mediazione della pubblicità, possiamo chiamare questo un marketing diretto, che non ha bisogno di slogan, che crea l’illusione che il prodotto non solo sia alla portata di tutti, ma necessario per avere successo su Instagram o sui vari social network.

Chi sono gli influencer di maggior successo in Italia? Scartando Chiara Ferragni che è fuori scala, e non ha influenza solo sul territorio italiano, gli influencer più in voga nell’ultimo periodo tra la fauna Instagram sono diversi.

Schermata 2019-04-05 alle 14.00.32

Con i suoi 1,4 milioni di follower, Amedeo Preziosi è uno degli influencer più in voga degli ultimi tempi. Cantante, YouTuber, Instagramer. Inizia la sua carriera nel 2012 proprio su YouTube, dove realizza video sul mondo degli adolescenti, sulla scuola, le sue avventure e disavventure. I suoi post su Instagram hanno registrato una media di oltre 134.000 interazioni e una crescita di 28.000 follower.

Altra top Influencer è Camihawke, divertente e irriverente, in pochissimo tempo è riuscita ad arrivare in vetta alla classifica degli influencer con maggior crescita in numeri. Testimonial per diverse campagne di influencer marketing per i top brand contemporanei, è una delle più richieste ambasciatrici aziendali in Italia.

Schermata 2019-04-05 alle 14.14.37

Una delle più importanti, se non la più importante, agenzia di influencer marketing in Italia è Buzzoole. Vincenzo Cosenza, è il responsabile marketing Italia dell’azienda di comunicazione che dalle pagine di Engage ci dice qualcosa di molto interessante anche per capire come l’influencer marketing cambi in base al tipo di piattaforma che l’influencer utilizza e, soprattutto, dal tipo di intrattenimento che quest’ultimo vuole regalare al suo pubblico: «L’Osservatorio ha voluto mettere sotto la lente d’ingrandimento un settore molto popolare su YouTube ma che sta prendendo piede anche su Instagram, quello degli Entertainment Creator. Come si evince dai trend, realizzare una campagna di influencer marketing con questi creator permette di far leva sulla loro capacità di coinvolgere audience diverse sfruttando i bacini sia di YouTube sia di Instagram. Inoltre, il rapporto tra gli influencer del mondo entertainment e la propria community è molto forte grazie alla vicinanza in termini di età e di linguaggio utilizzato, spesso informale e fortemente caratterizzante. Oltre al forte senso di appartenenza, queste community sono unite da una caratteristica che le rende molto appetibili ai brand, coinvolgendo, infatti, una fascia di consumatori molto peculiare, ovvero la generazione Z composta da ragazzi nati tra il 1997 e il 2010, che risulta poco permeabile ai messaggi dei mass media».

 

 

 

Annunci

Rispondi