Caro John

BABBO O NONNO?

Caro John,

sono Silvana ho 34 anni e sono sposata con Guido che ne ha 65.

Ho deciso di trascorrere la mia vita accanto a Guido nonostante la notevole differenza di età che c’è tra noi perché con lui mi sento appagata e protetta. Guido è davvero il compagno perfetto!

Tuttavia nell’ultimo periodo ho qualche perplessità per via del mio desiderio sopraggiunto di diventare madre, un desiderio che non collima con quelle che sono le aspettative di Guido e sul quale siamo purtroppo in disaccordo.

Devo ammettere che Guido era scettico inizialmente sulla stessa possibilità che la nostra storia d’amore potesse durare nel tempo proprio perché, sebbene concordassimo sull’opportunità di non avere figli, lui temeva che io potessi cambiare idea, così come in effetti è stato, e la differenza d’età in tal caso avrebbe rappresentato un problema, almeno per lui!

Ad ogni modo lui non desidera diventare padre, e non perché non la ritenga una cosa bella in sé, quanto piuttosto perché teme di essere troppo vecchio per riuscire a crescere un figlio così come vorrebbe.

Mi paventa sempre, in tono scherzoso ma sottendendo ciò che pensa realmente, il timore che, ove avessimo un bambino, più di qualcuno penserebbe che sia suo nipote piuttosto che suo figlio.

Mi piacerebbe davvero avere un tuo parere in merito.

Cara Silvana,

ti confesso che il problema che poni mi lascia un po’ perplesso, perché se da un lato comprendo che tu abbia il legittimo desiderio di diventare madre ed affrontare l’esperienza più bella in assoluto cui una donna possa ambìre, d’altro canto non riesco a biasimare tuo marito per quella che penso sia una preoccupazione altrettanto legittima, e cioè quella di non riuscire a riservare al vostro ipotetico bambino tutte le attenzioni che vorrebbe dargli.

Regalare la vita è un grande atto d’amore, ma è al contempo un gesto di altrettanto grande responsabilità; e non trovo strano che il tuo Guido abbia i suoi dubbi, che credo siano legati tanto alla eventuale nascita di un bambino, quanto forse anche al timore di non riuscire ad affiancarti, sempre, in questa incredibile avventura.

Pensaci un attimo, forse il problema non è quello di diventare padre; magari Guido ha delle paure ulteriori che fa fatica a rivelarti.

Detto questo, se per te è davvero così importante avere un figlio (e questo solo tu puoi saperlo!) dovresti parlare con Guido con grande sincerità e serenità, cercando di metterlo a suo agio e di tranquillizzarlo circa il fatto che non si è mai troppo vecchi – specie di questi tempi! – per ricevere il dono più importante e prezioso che si possa desiderare: quello di diventare genitori e lasciare al mondo, fra cent’anni, un piccola traccia del proprio passaggio.

Auguri sinceri!

John

Copyright foto:

https://scuolainsoffitta.com/2018/03/01/idee-regalo-per-papa-nonno/

Annunci

Rispondi