Metis Oggi

FANTASIA: IL FILM DELLA DISNEY CHE CAMBIÒ IL CINEMA D’ANIMAZIONE

Era il 13 Novembre del 1940 quando al cinema veniva proiettato per la prima volta il più ambizioso film della Disney, Fantasia. Considerato da molti addetti ai lavori il miglior film d’animazione di sempre, Fantasia è stato sicuramente un lungometraggio innovativo, che riesce a incastrare magistralmente immagini e musica.

“Come state? Mi chiamo Deems Taylor ed è con enorme piacere che sono qui a darvi il benvenuto a nome di Walt Disney, Leopold Stokowski, e tutti i musicisti e gli artisti il cui talento ha portato alla creazione di questa nuova forma d’intrattenimento. Quello che vedrete sono i disegni, le immagini e le storie che le musiche hanno ispirato nelle menti e nell’immaginazione di un gruppo di artisti”.

Queste sono le parole che aprono il film, pronunciate dal grande compositore Deems Taylor. Ma se da un lato le ambizioni di Walt Disney erano molto alte, d’altro canto il film fu accolto tiepidamente dal pubblico ancora sconvolto dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Questo, però, non impedì al film di entrare nell’Olimpo dei migliori film di sempre, infatti la pellicola risulta al cinquantasettesimo posto nella lista dei 100 migliori film di sempre. Ma, già nel 1940 ci fu chi capì subito l’altissimo valore artistico del film. Il 14 Novembre del 1940, infatti, sul New York Times uscì una recensione del film, dove il critico scriveva: «Ieri sera al Broadway Theater di New York la spettacolare première di Fantasia di Walt Disney, atteso da molto, ha segnato la storia del cinema». (Potete leggere l’articolo originale del 1940 a questo link).

Il film è stato, dapprima, il tentativo da parte di Walt Disney di rilanciare il personaggio di Topolino che all’epoca era in forte declino. Si decise quindi di scrivere un film dove Topolino risultasse il protagonista. Fantasia è tratto da L’apprendista stregone, un poema sinfonico scritto nel 1897 dal compositore francese Paul Dukas, che si era a sua volta basato su una ballata scritta 100 anni prima da Wolfgang Goethe.

Un capolavoro indimenticabile, da rivedere assolutamente!

Rispondi