ATTUALITÀ

#SEMPRE 25 NOVEMBRE, LA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Il 25 Novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Donne che ogni giorno continuano a morire, vittime di violenza, soprusi e soprattutto vittime del silenzio. Un silenzio che contraddistingue la loro condizione, perché spesso chi è vittima di violenze non parla, e non lo fanno nemmeno le persone che si trovano accanto ad una donna che subisce soprusi.

L’omertà è una grande piaga quando si parla di violenza sulle donne perché non parlando e non denunciando si arriva a conoscere solo di una parte di quelle che sono le violenze e spesso quando ormai è troppo tardi e non si può più fare nulla per la vittima.

Dall’ISTAT (potete trovare l’articolo completo a questo link) apprendiamo, da un grafico, che la situazione è più allarmante di quello che possiamo pensare.

Schermata 2019-11-24 alle 09.57.42

Tra le novità in materia di tutela delle donne che hanno subito violenza, dal 9 Agosto, in Italia vige il Codice Rosso che ha rivoluzionato la giurisprudenza in merito. Tra le novità in ambito procedurale, è previsto uno sprint per l’avvio del procedimento penale per alcuni reati: tra gli altri maltrattamenti in famiglia, stalking, violenza sessuale, con l’effetto che saranno adottati più celermente eventuali provvedimenti di protezione delle vittime.

TI AMO TI AMMAZZO: INTERVISTA A UNA DONNA VITTIMA DI VIOLENZA

Con la nuova legge vengono introdotti: il reato di violazione delle misure cautelari a tutela della sicurezza della vittima (art. 4), quello di costrizione e induzione al matrimonio (art. 7), il reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, meglio noto come revenge porn (art. 10), il reato di deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso, più noto come “reato di sfregio” (art. 12); è stato espressamente previsto, inoltre, l’nasprimento delle pene per i delitti di maltrattamenti in famiglia e di atti persecutori (art. 9), nonché delle pene in caso di omicidio aggravato dai rapporti personali (art. 11); è stato altresì introdotto un considerevole inasprimento delle pene per i reati di natura sessuale e sono stati dilatati i termini per sporgere querela (art. 13).

Alessandra D’Angella

Manifestare contro la violenza sulle donne

Le iniziative per questo 25 Novembre 2019 sono davvero tantissime e tutte con un unico fattore comune: manifestare contro la violenza sulle donne.

Milano: Panchine Rosse: molte scuole hanno deciso di dedicare, oltre alla formazione dei propri studenti, anche una panchina antistante l’edificio o del proprio quartiere a questa causa.  È importante che la panchina scelta si trovi posizionata in prossimità di percorsi o aree di sosta. Le Panchine Rosse saranno dipinte con particolare attenzione nelle zone di periferia. Ricordiamo l’istallazione di una panchina rossa nel Cortile d’Onore di Palazzo Montecitorio a Roma. Sempre a Milano sarà inaugurata una mostra “Violenza al platino”, che ci mostra spaccato sul Sudafrica, siamo a  Rustenburg, vicino Johannesburg, città dove si estrae il più grande quantitativo al mondo di platino e dove si registra uno dei più alti tassi di violenza sulle donne al mondo.

lucha

Roma: Alle 15, la Casa Internazionale delle Donne presenterà i i primi risultati del progetto il “Web Attivo come strumento per la prevenzione e il contrasto dei femminicidi”: organizzato da La Sapienza Università di Roma, l’evento si terrà presso la Città Universitaria – piazzale Aldo Moro, 5 Aula Amaldi – Edificio di Fisica Marconi. A Roma, inoltre, il 23 Novembre si è tenuta l’importantissima manifestazione di Non una di Meno, che ha portato in piazza, come ogni anno, la propria voce contro la violenza patriarcale, economica, istituzionale, portando avanti la campagna Lucha y Siesta.

Bologna: Ci sarà la XIV edizione del festival La violenza illustrata – Vite in movimento, con più di 60 iniziative di sensibilizzazione e approfondimento tra città e provincia. Quest’anno il festival aderisce alla campagna dei 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere, promossa dalle Nazioni Unite dal 25 novembre al 10 dicembre.

 

 

 

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.