CULTURA

61 ANNI FA DEBUTTAVA AL CINEMA ”LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO”.

Era il 29 Gennaio del 1959 quando debuttava nelle sale cinematografiche americane il 16º Classico Disney distribuito dalla Buena Vista Distribution: la bella addormentata nel bosco.

Sleeping Beauty ( titolo originale) fu diretto da Clyde Geronimi, Eric Larson, Wolfgang Reitherman e Les Clark, realizzato con la tecnica dell’animazione e prodotto da Walt Disney basandosi sulla fiaba La bella addormentata di Charles Perrault

Sulla scia di Biancaneve e i sette nani e Cenerentola, lo Studio riprese una classica fiaba popolare nel tentativo di ottenere nuovamente un grande successo, ma malgrado la grande qualità tecnica, all’uscita il film ottenne un riscontro molto freddo; il deludente incasso iniziale e l’accoglienza discordante della critica furono tali che La bella addormentata nel bosco fu l’ultimo adattamento di una fiaba prodotto dalla Disney per i successivi trent’anni (lo Studio ritornò al genere solo molto tempo dopo la morte di Walt Disney, con l’uscita de La sirenetta nel 1989). Tuttavia, il film fu col tempo enormemente rivalutato e oggi è considerato uno dei lavori di punta della Disney.

Il film s’ispira graficamente alle miniature gotiche del libro Très Riches Heures du duc de Berry. Un remake con attori in carne ed ossa è stato realizzato nel 2014: Maleficent con Angelina Jolie nel ruolo di Malefica e Elle Fanning come la principessa Aurora, la bella addormentata nel bosco.

TRAMA

In una terra lontana vivevano tanti anni fa Re Stefano e la sua bella Regina. Per molti anni avevano desiderato una figlia: quando finalmente nacque le imposero il nome di Aurora. Al battesimo fu invitato tutto il popolo ed inoltre il buon Re Uberto, suo figlio Filippo, e le tre Fate del bene: Flora, Fauna e Serenella. Mentre una delle tre fatine sta per annunciare il suo dono, appare Malefica, la Fata del male, che, indignata per non essere stata invitata, scaglia una maledizione contro Aurora: prima di compiere il sedicesimo anno di età, la fanciulla si pungerà la mano toccando un arcolaio e morrà. Interviene Serenella, la quale attenua il maleficio, sostituendo alla morte un sonno profondo, dal quale Aurora si sveglierà al primo bacio d’amore. Le tre buone Fate vigilano con affettuosa solerzia per evitare che la fanciulla sia vittima del fatale accidente, che le è stato predetto, ma tutte le loro cure risultano vane: prima di compiere il sedicesimo anno, Aurora, spinta da Malefica, tocca un arcolaio e s’addormenta. Ma il Principe Filippo, che è divenuto un baldo giovanotto, essendo innamorato di Aurora, la bacia ed ella si sveglia dal lungo sonno. Potranno cosi’ sposarsi e vivranno felici per molti anni.

fonte

Annunci

1 risposta »

Rispondi