Metis Oggi

8 APRILE 1973: MUORE PABLO PICASSO, PADRE DEL CUBISMO

L’8 aprile del 1973 moriva Pablo Picasso, padre del cubismo. Il pittore spagnolo si spense a Mougins, in Provenza, colpito da un attacco di cuore. Quel che non si spegnerà mai, invece, è il ricordo di una delle menti più geniali del panorama artistico del ‘900. Influente e rivoluzionario, la sua arte ha influito sulle future produzioni artistiche del secolo scorso. Considerato il padre del cubismo, la sua intensa attività artistica attraversa varie fasi corrispondenti a diversi momenti della sua vita: “periodo blu”, “periodo rosa”, “periodo africano”, “cubismo analitico” e “cubismo sintetico”. L’opera con cui viene maggiormente identificato è senza dubbio Guernica, che ricorda il bombardamento subito dalla popolazione civile dell’omonima città basca, durante la Guerra civile spagnola. Il dipinto è conservato al Museo nacional centro de arte reina Sofia di Madrid.

LA VITA 

Pablo Ruiz Picasso nasce a Malaga, in Spagna, il 25 ottobre 1881; già in tenera età mostra una precoce inclinazione per il disegno e la pittura.Figlio di Josè Ruiz Blasco, professore della Scuola delle Arti e dei Mestieri, conservatore del museo della città, e mediocre pittore. È, infatti, proprio il padre ad iniziarlo al mondo dell’arte, riconoscendo da subito l’innata inclinazione artistica del giovanissimo Pablo, affidandogli la cura di particolari e dettagli di alcune sue tele. Tanto da riporre nel figlio la speranza della realizzazione delle sue ambizioni deluse, immaginando per lui una promettente carriera accademica.Nel 1891 la famiglia si trasferisce a La Coruna, qui Pablo a partire dal 1892 frequenta i corsi di disegno della Scuola di Belle Arti. A soli quattordici anni venne ammesso all’Accademia di Belle Arti di Barcellona. Due anni dopo si trasferì all’Accademia di Madrid. Dopo un ritorno a Barcellona, l’ennesimo trasferimento legato a motivi familiari, inizia a frequentare gli ambienti artistici della città ed è qui che inizia a manifestarsi la sua natura esplosiva e rivoluzionaria.

Continua a leggere:

RITRATTO D’ARTISTA: PABLO PICASSO

Rispondi