RUBRICHE

IL SESSO AL TEMPO DEL COVID-19 E DELLA QUARANTENA: I CONSIGLI DI ADAM ED EVA

Cari Adam ed Eva,

Sono Caterina e questa quarantena sta uccidendo la mia libido. Vivo insieme al mio compagno da quattro anni e dallo scoppio della pandemia sia io sia lui abbiamo avuto la possibilità di lavorare in smart working. Per questo motivo, nessuno dei due è uscito di casa in questi due mesi, se non per l’estrema necessità di acquistare qualcosa di cui cibarci. Queste uscite sono state davvero poche, tre in tutto, in due mesi. Il problema però è che io non riesco più ad avvicinarmi al mio compagno per paura di un contagio. La prima volta che abbiamo provato ad avere un rapporto in questo periodo di quarantena, ho avuto un attacco di panico e da allora non ho assolutamente il desiderio di congiungermi con lui. Cosa posso fare? Come possiamo risolvere questo problema durante la quarantena? 

Cara Caterina,

Il problema del contatto in questo periodo di pandemia è davvero annoso e disturbante. Ci sentiamo quasi violati quando le distanze che dobbiamo rispettare in qualche modo si annullano. E questo è ancora più evidente nell’atto sessuale. In qualche modo, però, devi cercare di superare questo problema se non altro per creare una maggiore armonia in casa con il tuo compagno e anche dentro te stessa. Ovviamente non devi forzarti a fare ciò che non vuoi, ma pensa a quanto sarebbe rilassante dimenticare per un momento le distanze sociale e tornare ad avere un rapporto con la persona con cui viviamo! Per questo motivo ti consigliamo di avvicinarti poco alla volta al tuo compagno, magari organizzare una cenetta romantica in casa, dove entrambi potete giocare a preparare del buon cibo, magari afrodisiaco. Dovreste cercare di ricreare la vostra intimità a prescindere dal virus, ricominciate a fare le piccole cose che vi facevano stare bene in casa e vedrete che anche il sesso sarà indiscutibilmente bello. Dedicatevi del tempo, assaporatevi, regalate il vostro tempo l’uno all’altra, anche perché adesso, in quarantena, di tempo ne abbiamo abbastanza.

Adam & Eva

Rispondi