ATTUALITÀ

ADDIO A EZIO BOSSO, IL MUSICISTA CHE HA INCANTATO IL MONDO

Si è spento all’età di soli 48 anni Ezio Bosso, il pianista, compositore e direttore d’orchestra che con la sua musica ha conquistato il mondo; strappato alla vita da un brutto male che già nel 2011 lo aveva costretto a subire un difficilissimo intervento chirurgico alla testa ed a seguito del quale, come se non fosse già abbastanza quel che era occorso, al musicista era stata diagnosticata una malattia neurodegenerativa che non lasciava presagire nulla di buono.

Un quadro drammatico accompagnato dal progressivo ed inesorabile cedimento del corpo, che aveva costretto Bosso a rinunciare definitivamente a posare le sue dita sul pianoforte, ma non era stato in grado di spegnere in lui la fiammella dell’amore per la musica, veicolo di buoni sentimenti e di alti valori a cui guardare sempre e di cui servirsi per non sentirsi soli; e per non aver paura.

Il mondo intero piange oggi la sua dipartita; lo stesso Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto ricordare il grande pianista e porgere le sue accorate parole di cordoglio alla famiglia del musicista, rimasta con lui sino all’ultimo respiro.
“Sono rimasto molto colpito dalla prematura scomparsa del maestro Ezio Bosso. Desidero ricordarne l’estro e la passione intensa che metteva nella musica, missione della sua vita, e la sua indomabile carica umana”.

Parole che racchiudono una commozione universalmente condivisa e che lasciano spazio alla riflessione, quella che puntualmente tutti noi siamo chiamati a fare quando va via qualcuno che ci ha impartito un grande insegnamento e a cui sentiamo di dover restituire qualcosa.

Di Ezio Bosso non potremo più ammirare il sorriso, semplice, che sapeva rivolgere a tutti, nonostante le evidenti difficoltà del suo percorso di vita; ma è indubbio che il suo passaggio su questa terra abbia lasciato un segno indelebile che sopravviverà, attraverso ciò che egli amava più al mondo e sapeva creare con abilità quasi divina – la musica – alla fragilità del suo corpo tutto umano.

Addio, maestro. Ti salutiamo riportando un Tuo pensiero che più di ogni altra parola rappresenta la sostanza della Tua personalità eclettica ed immensa:

La musica sussurra e ci svela la vita”.

Copyright foto:

https://www.google.com/amp/s/www.chisama.it/il-pianista-ezio-bosso-e-morto-a-48-anni/amp/

Rispondi