Metis Oggi

ANDREA PIRLO: IL MAESTRO DEL CALCIO ITALIANO COMPIE 41 ANNI

Oggi 19 Maggio Andrea Pirlo, spegnerà quarantuno candeline.

Cresciuto calcisticamente nella Voluntas, entra in seguito a far parte del settore giovanile del Brescia, squadra con la quale esordisce in serie A a soli sedici anni e due giorni: il 21 maggio del 1995.

Pirlo scende in campo durante Reggiana-Brescia, diventando così l’esordiente più giovane nella storia della società lombarda in serie A. Simbolo dell’eccellenza del Calcio Italiano, amato e rispettato da tutte le tifoserie.

Quando si parla di Pirlo, si esce fuori dagli schemi e dalle regole del Calcio comune. La sua carriera si può definire mitologica o leggendaria, ma mai banale.

Soprannominato il Maestro e il Metronomo, è considerato uno dei più grandi centrocampisti di sempre e uno dei più forti registi della storia del calcio mondiale.

Campione del mondo nel 2006 e Vice Campione d’Europa nel 2012 con la Nazionale Italiana.

La carriera di Andrea Pirlo

Dopo il giovanissimo esordio in serie A, nel 1998, a 19 anni, è stato ingaggiato dall’Inter, dove ha collezionato 18 presenze in campionato partendo spesso dalla panchina.

L’anno seguente il club nero azzurro lo ha dato in prestito alla Reggina, dove insieme a Roberto Baronio e Mohamed Kallon ha disputato un campionato da protagonista nel quale ha giocato 28 partite, realizzando 6 gol.

Tornato all’Inter e avendo trovato poco spazio, a metà stagione è stato ceduto al Brescia.

Qui avviene l’incontro e il sodalizio con il collega, e amico, Roberto Baggio. Tra i due giocatori si è instaurata da subito un’ottima intesa, e il Brescia ha raggiunto a fine stagione la settima posizione in Serie A.

Pirlo inizia a giocare come regista di centrocampo, arretrando la sua posizione, e potenziando la propria visione di gioco.

Nell’estate 2001 Pirlo viene acquistato dal Milan a titolo definitivo per circa 35 miliardi. Nella squadra rosso nera conquista le sue maggiori vittorie.

Con il Milan Pirlo ha disputato 401 partite ufficiali nelle quali ha segnato 41 gol.

E ha vinto 2 Champions League, una Coppa del mondo per club, due scudetti, due Supercoppe europee, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana.

All’inizio della stagione 2009-2010, dopo l’addio di Carlo Ancelotti e l’arrivo di Leonardo in panchina, Pirlo è stato sul punto di seguire il suo ex allenatore al Chelsea.

Ma il trasferimento è stato bloccato dal presidente del Milan. L’anno successivo decide ugualmente di non rinnovare il contratto con il club milanese.

Passa, quindi, a giocare con la Juventus fino al 2015.

Il 6 luglio 2015 viene ufficializzato il suo passaggio a titolo gratuito al New York City.

Il giocatore lascia dunque la Serie A con all’attivo 20 stagioni e 493 partite complessive.


Copyright immagine in evidenza

Annunci

Rispondi