MetisMagazine

LA DISFUNZIONE ERETTILE È UNA PATOLOGIA?

Cari Adam & Eva,

sono Ottavio, ho 47 anni e da poco frequento una donna di quasi quindici anni più giovane di me. Laura è bellissima, intelligente e molto sexy, e sin da subito abbiamo avuto un’intesa sessuale esplosiva. Da qualche tempo, però, mi capita una cosa molto strana; nonostante io sia molto attratto da lei, fisicamente e mentalmente, a volte non andiamo fino in fondo perché non riesco a raggiungere una buona erezione, per cui invento mille scuse, anche perché mi vergogno da morire di questa cosa. È la prima volta che mi capita e davvero non so cosa fare, anzi sono molto preoccupato per questa situazione perché potrebbe minare il mio rapporto con Laura e mi fa pensare, inoltre, di essere diventato vecchio o, peggio ancora, impotente (ho letto da qualche parte che potrebbe trattarsi di disfunzione erettile). Ho paura di non poter più avere, né garantire alla mia partner, rapporti sessuali soddisfacenti. Mi piacerebbe ricevere un vostro consiglio su cosa fare in questa situazione così inattesa ed anche così drammaticamente imbarazzante. Grazie infinite,

Ottavio.

***

Caro Ottavio,

grazie per averci sottoposto i tuoi dubbi e per aver condiviso con noi e con i nostri lettori la tua difficoltà personale. Cominciamo col dire che la disfunzione erettile, se davvero di questo si tratta, non è una malattia e non corrisponde all’impotenza, se non altro perché il pene non è affatto il simbolo della potenza maschile. Ciò detto, vorremmo tranquillizzarti anche sulla circostanza per cui una mancata erezione inspiegabile può capitare davvero a tutti ed a tutte le età; complici di una tale evenienza possono essere lo stress, la semplice stanchezza momentanea, l’abuso di nicotina e alcool o l’utilizzo di particolari farmaci per curare alcune patologie, ma anche alcune malattie neurologiche o cardiovascolari. Quello che ci sentiamo di consigliarti, dunque, è di valutare se si è trattato di un episodio sporadico o se quanto ti occorre rappresenta piuttosto un’eventualità che si presenta con una certa frequenza ed in tale ultimo caso pensiamo che sarebbe opportuno che tu ti rivolgessi ad uno specialista medico, al fine di valutare in primo luogo se può parlarsi effettivamente, nel tuo caso, di disfunzione erettile e soprattutto da cosa dipenda eventualmente tale condizione. Sperando che tu possa scongiurare qualunque evenienza negativa, non sarebbe peregrina, ancora, l’idea di prendere informazioni sulle tecniche di potenziamento degli organi sessuali conosciute sotto il nome di  “esercizi di Kegel”, che potrebbero aiutarti ad acquisire una maggiora consapevolezza del tuo apparato genitale e risolvere i tuoi problemi. Ti raccomandiamo vivamente di affidarti solo a persone competenti e specializzate, evitando il fai da te. Un caloroso in bocca al lupo!

Adam & Eva

 

Copyright foto: disfunzione erettile

Rispondi