CULTURA

52 ANNI FA CI LASCIAVA LA GRANDE TINA PICA

Non tutti i gatti randagi vanno in paradiso.

Tina Pica

A Napoli 52 anni fa ci lasciava la grande Tina Pica.

Un’espressione burbera e la sua inconfondibile voce afona l’hanno resa una delle attrici più simpatiche e note del cinema italiano del secolo scorso.

All’anagrafe Concetta Luisa Annunziata Pica, nacque nel quartiere Borgo Sant’Antonio, a Napoli,, da due genitori anch’essi amanti della recitazione.

Infatti, ancora bambina inizia a muovere i primi passi in una compagnia teatrale ambulante, a Napoli e dintorni, distinguendosi già per il notevole talento.

Dopo alcune comparsate nel genere muto, ebbe il primo ruolo significativo in “Fermo con le mani” del 1937, accanto al principe Totò.

A notarne l’indiscusso talento ed a farla conoscere al grande pubblico fu Eduardo De Filippo, che la scritturò in alcune delle sue commedie più celebri, da “Natale in Casa Cupiello” a “Napoli milionaria”, da “Filumena Marturano” a “Questi fantasmi”.

La fama cinematografica maturò con i due capitoli di “Pane, Amore e…” (il secondo dei quali le valse, nel 1955, il Nastro d’argento come “migliore attrice non protagonista”) di Luigi Comencini, in coppia con il grande Vittorio De Sica, e con numerose pellicole, che la videro recitare accanto a mostri sacri della comicità italiana, quali Totò, Peppino De Filippo, Nino Taranto, Alberto Sordi, Renato Rascel.

Potrebbe interessarti anche:

Curiosità su Totò

Ritratto d’artista: Eduardo De Filippo

 

 

Rispondi