Metis Oggi

1°AGOSTO 1819: BUON COMPLEANNO A HERMAN MELVILLE, IL PADRE DI ‘MOBY DICK’

La genesi di un capolavoro della letteratura come Moby Dick è un lungo viaggio di esperienze, ossessioni e incontri.

Herman Melville, l’autore del romanzo considerato una delle pietre angolari della letteratura americana, visse una vita difficile e avventurosa, legata a doppio filo con il mare e il mondo della caccia alle balene.

Melville nacque a New York il 1° agosto 1819 da un ricco mercante che vantava nobili origini e frequentò le scuole fino al 1830, quando una malattia nervosa del padre indusse la famiglia a trasferirsi ad Albany, in cerca di un’occupazione.

 

Dopo aver ripreso gli studi e scritto alcuni testi in prosa (i successivi Fragments from a writing desk, Frammenti da una scrivania, 1839), Herman si imbarcò a diciannove anni come marinaio su un mercantile.

Tornato negli Stati Uniti nel settembre del 1839, dopo aver cercato invano fortuna nel West si imbarcò di nuovo nel gennaio del 1841 su una baleniera diretta verso i mari del Sud, scegliendo di vivere per un certo periodo in mezzo a una tribù di indigeni nelle isole Marchesi per poi approdare a Tahiti e alle Hawaii.

Da quel momento, visse anni intensi e avventure rocambolesche che raccontò in due libri – Typee e Omoo – che anticiparono nella forma e nei contenuti lo stile che avrebbe reso Moby Dick un capolavoro.

 

Tutte le tematiche toccate nelle opere precedenti (Mardi: And a Voyage Thither, Redburn: His First Voyage e White-Jacket, The World in a Man-of-War) come la nave quale microcosmo e rappresentazione simbolica del mondo, giungeranno quindi a maturazione e si amalgameranno per dar vita a un romanzo “aperto” pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1851, Moby Dick.

L’ampia e accurata trattazione della caccia a una misteriosa balena bianca da parte del capitano Achab, a bordo della baleniera Pequod e a capo di un eterogeneo equipaggio, permetterà allo scrittore Herman Melville di offrire un affresco sui diversi comportamenti dell’individuo nel mondo e della lotta fra bene e male e il confine che sta fra l’uomo e la sua sete di sapere e il suo bisogno, spesso inappagato, di verità.

 

(Copyright immagine in evidenza)

 

 

Rispondi