Magazine

CURIOSITÀ SU SUPER MARIO BROS, L’IDRAULICO IN SALOPETTE CHE OGGI COMPIE 35 ANNI

Super Mario Bros, l’idraulico in salopette azzurra di casa Nintendo, spegne oggi la sua trentacinquesima candelina.

Era infatti il 13 settembre del 1985 quando fu lanciato sul mercato uno dei videogame destinato a fare la storia del gioco da console, risollevando l’industria dalla dura crisi del 1983.

Il successo di Super Mario è un successo che si è andato consolidando nel corso dei decenni sino ad oggi. Sono moltissimi i giochi e le versioni che lo vedono protagonista insieme ai suoi amici d’avventura e la sua immagine rappresenta un brand amatissimo da grandi e piccini.

È sicuramente curioso che non ci sia un film degno di tale nome sull’eroe Nintendo. L’unico tentativo fatto nel settore cinematografico fu la pellicola Super Mario Bros del 1993 che però registrò un flop eclatante al botteghino. Si prevede, però, ad oggi un reboot di animazione per l’anno 2022 nella speranza che i tempi per una conciliazione tra il simpatico idraulico e il grande schermo siano maturi.

In ogni caso, sebbene il film del ’93 non abbia entusiasmato nessuno, per qualcuno è stato profetico. Vi è una scena nella quale le Torri gemelle si fondono per un attimo nella Torre di Koopa, l’antagonista di Mario che vuole fondere il suo mondo con il nostro. Nella scena della fusione si ha quasi l’impressione che le torri si stiano disintegrando e questo ha fatto urlare i complottosti al presagio funesto, o peggio ancora alla firma dell’attentato alle torri gemelle occorso l’11 settembre del 2001.

E ancora, le curiosità non sono finite qui! Tutti sanno che Mario ha un fratello dal quale è letteralmente inseparabile. Si tratta di Luigi, una specie di clone di Mario vestito di altri colori che lo segue in tutte le sue avventure ed è presente in tutte le versioni del gioco. I due sono a dir poco inseparabili, ma nel lancio della versione Super Mario 64, Luigi fa perdere le sue tracce. Solo alla fine del gioco Mario ci mostra una statua che fornirebbe un indizio circa lw presenza del fratello Luigi, sebbene nei diversi quadri – i primi in 3D della storia del videogame – non questi si trovi da nessuna parte.

Eppure in qualche angolo nascosto doveva pur esserci un easter egg che consentisse di attivare il personaggio e giocare con lui.

Per molti fu caccia alle streghe e le leggende sulla presenza-assenza di Luigi dalla versione del gioco si imposero così prepotenti che la Imagine Games Network decise di metterci su una taglia di 100 dollari per chiunque lo avesse trovato…invero, lo stiamo ancora cercando!

Che dire Super Mario è una leggenda, un’icona che si rinnova e si trasforma continuamente senza perdere mai la sua preziosa e originaria identità e che non sembra avviarsi al tramonto. Abbiamo idea che dopo questi primi 35 anni insieme Mario conti di riservarci per il futuro tante altre sorprese. Chissà che non arrivi a doppiare il suo traguardo cavalcando quest’onda fortunata!!

Copyright foto: SuperMarioBros

Rispondi