CULTURA

A BELFAST BOY di Michael Phillips: il viaggio di un uomo attraverso la rabbia e il dolore.

Titolo: A Belfast Boy

Autore: Michael Phillips

Genere: Romanzo autobiografico a sfondo storico/politico

Casa Editrice: Homeless Book

Traduzione: Silvia Agogeri

Pagine: 248

Prezzo: 15,00€

Codice ISBN: 978-88-327-61-177

Michael Phillips presenta la sua autobiografia A Belfast boy, un onesto sguardo sulla sua esistenza e sulle sue esperienze a diretto contatto con la brutalità della vita a Belfast negli anni ottanta e novanta.

Anni segnati dai Troubles e dalle azioni dell’IRA, anni devastati dalla cruenta lotta tra indipendentisti, decisi a scacciare con forza la presenza britannica, e i lealisti.

L’autore si è trovato in mezzo a questi scontri, e con lui migliaia di persone che hanno pagato a caro prezzo la loro discendenza nordirlandese. Michael Phillips getta luce su quei tempi difficili, offrendo al lettore un punto di vista ravvicinato su eventi che sono accaduti molto vicini a noi: una vera e propria guerra nel cuore dell’Europa, che però è stata presto dimenticata. Allo stesso tempo l’autore narra della sua vita privata, del suo disagio in una terra martoriata e delle sue esperienze estreme, sin dalla tenera età.

Un’infanzia vissuta a stretto contatto con un regime militare che non ha mai rispettato neanche la proprietà privata: i ragazzini erano infatti abituati a giocare tra i soldati, e a essere testimoni di azioni aggressive a cui nessun bambino dovrebbe assistere.

Il giovane Michael è cresciuto in un clima di prepotenza e di rabbia, e ha assorbito un veleno che l’ha spinto a superare sempre il limite, per sentirsi all’altezza:

“Più mi guardo indietro e più chiaramente riesco a vedere la violenza che pervase gli anni tra la nostra gioventù e l’età adulta. Andavamo alla ricerca del pericolo in ogni sua forma fisica e ogni incontro che ci lasciava lividi e contusi ci spingeva ad accettare sempre ogni esperienza come un rito di passaggio”.

Quest’autobiografia è una sincera testimonianza di quello che è passato nella testa di un bambino, di un giovane e di un uomo cresciuto nella paura; e nel suo realismo, questa storia mostra senza filtri le conseguenze sulla mente e le cicatrici nell’anima di chi in qualche modo è riuscito a uscire da quell’inferno. Ma prima ha dovuto perdere amici e familiari, ha dovuto provare il dolore più acuto e ha dovuto patire anche un periodo di carcere in Inghilterra, in quanto ingiustamente giudicato colpevole di terrorismo.

A Belfast boy non è però solo la storia di Michael Phillips, perché nell’opera riecheggia forte anche quella di tanti uomini e donne che hanno subìto un conflitto che ancora oggi sopravvive nell’ombra, in attesa di venire di nuovo alla luce. 

Contatti

www.facebook.com/pg/michaelphillipsbo/

www.homelessbook.it

www.facebook.com/homelessbook

www.homelessbook.it/catalogo/a-belfast-boy-(brossura)/2495

www.amazon.it/Belfast-Troubles-nellIrlanda-Italia-dellIRA/dp/8832761173/

www.ibs.it/a-belfast-boy-dai-troubles-ebook-michael-phillips/e/9788832761184

Rispondi