Benvenuti al Sud

PEPERONI CRUSCHI: L’ORO ROSSO DELLA BASILICATA

Originario del Sud America (Antille) e appartenente alla famiglia delle Solanacee, il peperone è giunto in Europa nel XVI secolo, con il ritorno di Cristoforo Colombo dal suo primo viaggio in America.

Il navigatore ed esploratore italiano rimase particolarmente colpito dal sapore piccante del peperoncino e lo scambiò per una varietà rossa di pepe: da qui l’appellativo di peperone.

Oggi il peperone e il peperoncino vengono coltivati in tutto il mondo. In Italia trovano terreno fertile nel Mezzogiorno (Calabria, Puglia e Basilicata). 

In Basilicata, i peperoni rossi e dolci vengono coltivati e trasformati in cruschi. A seconda delle zone sono noti con diversi nomi: puparulë, paparulë, pëpërussë, pupaccë e pupavërë crušchë, mentre nell’area di Senise sono conosciuti come źafaranë crušchë.

Dopo la raccolta, i peperoni, vengono inseriti con ago e filo, a mano, dal picciolo uno dopo l’altro, nelle famose “serte”, come fossero collane. Come da tradizione le serte vengono appese ai balconi o all’interno di locali areati per garantire la corretta essicazione.  Dopo la fase di essiccatura i peperoni vengono fritti in padella con olio extravergine d’oliva, ottenendo quell’inconfondibile croccantezza.  I cruschi possono essere gustati come contorno, ottimi anche sui primi piatti o se abbinati alle patate lesse, alle verdure saltate in padella, al baccalà.

PEPERONI CRUSKI – GE NU I NO

Copyright foto – http://www.genuinoe.com

I peperoni cruschi sono un’opera d’arte della cucina lucana, così croccanti e così fragili da frantumarsi appena posti sulla lingua, trasformandosi in coriandoli di sapore che mettono in festa le papille gustative.  In barattolo, già fritti, sono l’aperitivo perfetto da tempi immemori… che ne sanno le patatine? Ottimi anche in cucina, danno un tocco in più ai primi piatti dal sapore deciso. Disponibili nei formati da 20g e 40 g

PASTA CON PATATE IN CREMA, PROVOLONE E PEPERONE CRUSCO

Ricetta realizzata dallo chef Carlo Schena

Ingredienti per due persone

  • 160g di pasta
  • 2 patate medio piccole
  • 100g di provolone
  • 1 vaso di peperoni cruschi da 20 g 
  • Aglio, olio e sale quanto basta

Preparazione

Tagliate le patate a fettine sottili. Soffriggete in olio extravergine d’oliva il rosmarino e l’aglio in camicia. Aggiungete le patate e fatele rosolare per 5 minuti. Togliete l’aglio e il rosmarino, aggiungete un mestolo di acqua bollente salata. Aspettate altri 5 minuti. Aggiungete la pasta cruda e poco alla volta, altra acqua bollente girando ogni volta. Arrivati quasi a cottura della pasta, aggiungete il provolone e una parte di peperone già fritto che avrete precedentemente spezzettato. Mescolate stando attenti a non far incollare il tutto (ecco la parte più difficile). Impiattate e aggiungete un altro po’ di peperone crusco già fritto spezzettato.

Et voilà, il piatto è servito!

Copyright immagine – Pagina Fb La cucina di Carlitos

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.