CULTURA

La vera storia di Martia Basile, il toccante romanzo storico di Maurizio Ponticello.

Titolo: La vera storia di Martia Basile

Autore: Maurizio Ponticello

Genere: Romanzo storico

Casa Editrice: Mondadori

Collana: Omnibus

Pagine: 336

Prezzo: 19,00€

Codice ISBN: 978-88-047-22-250

La vera storia di Martia Basile è un’opera difficile da descrivere, perché non può essere semplicemente categorizzata in un genere letterario, il romanzo storico; essa infatti racconta con sensibilità, e senza porre nessun filtro moralista, del coraggio e della spregiudicatezza di una donna diventata il simbolo delle lotte di tutto il genere femminile.

Maurizio Ponticello narra la vicenda di Martia Basile, ambientata a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, ma il suo moderno approccio all’esistenza la rende anche una donna dei giorni nostri, in cui purtroppo vi è ancora tanta strada da fare per affermare i propri diritti.

Martia ha vissuto in un periodo storico molto difficile per le donne, costrette ad essere sottomesse all’uomo e all‘organizzazione patriarcale della famiglia, semplici merci di scambio in matrimoni di convenienza con il solo ruolo di generare figli, e in generale considerate come esseri inferiori per intelletto e capacità.

La protagonista di questo doloroso romanzo ha invece sovvertito tutte le regole e si è fatta strada nella vita combattendo per ogni briciolo di libertà e di dignità; si è auto determinata e non si è lasciata sopraffare dalla disperazione ma, anzi, ha tratto forza da ogni violenza e da ogni ingiustizia. La vicenda è ambientata nei dintorni della Napoli capitale del vice regno spagnolo: un luogo contraddittorio e pericoloso, dominato dal sospetto, dalle lotte contro i turchi, dalle pestilenze e da un malcontento generale che di lì a poco sarebbe sfociato nella famosa rivolta di Masaniello.

In questa cornice si muove Martia Basile, andata in sposa ancora bambina al signorotto don Domizio Guarnieri, umiliata fisicamente e psicologicamente dal marito, e diventata mamma quando ancora doveva essere figlia.

Sola e brutalizzata, la ragazza cresce comunque in bellezza e in fierezza: nonostante l’amarezza dei suoi giorni divisi tra violenze e doveri di madre, trova il suo spazio per maturare e per affrontare lucidamente la sua situazione. L’autore descrive una giovane di brillante intelletto, selvaggia e indomita, molto più coraggiosa della maggior parte degli uomini con cui avrà a che fare.

La sua storia si intreccia con le vicende del Regno di Napoli e diventa lo specchio di una condizione assurda, non solo per quanto riguarda il trattamento riservato alle donne ma anche per tutto ciò che concerne la dura esistenza dei poveri e degli ammalati.

Un affresco storicamente accurato e l’emozionante ritratto di una donna straordinaria, che non si è piegata e non ha rinnegato sé stessa neanche di fronte alla morte.

Contatti

Booktrailer del libro “La vera storia di Martia Basile” 

Rispondi