CULTURA

La particella di Dio. Un segreto mai rivelato. Il nuovo romanzo di Matteo Stefani

Titolo: La particella di Dio. Un segreto mai rivelato

Autore: Matteo Stefani

Genere: Narrativa contemporanea

Casa Editrice: Booksprint Edizioni

Pagine: 380

Prezzo: 20,90€

Codice ISBN: 978-88-249-47-435

Nel romanzo La particella di Dio. Un segreto mai rivelato si presenta una storia ricca di inventiva e di riferimenti storici e scientifici.

Matteo Stefani racconta una vicenda complessa e intrigante che ha a che fare col retaggio di un uomo, Giorgio Fani, e con un secolo di misteri. L’autore ha infatti deciso di raccontare la storia di una famiglia nel corso del tempo, dai primi anni alla fine del Novecento; una vicenda legata a un oscuro macchinario che potrebbe essere sia la salvezza che la dannazione del genere umano. Il protagonista, Giorgio Fani, è un geniale inventore e professore universitario di Fisica; insieme al suo collega Aldo Sagacci ha messo a punto un’invenzione potenzialmente rivoluzionaria. Essa è basata su un meccanismo elettrico – il Pharos – in cui si inserisce una fiala di gel chiamato Plasma; mediante un effetto termoionico ne fuoriesce una forma luminosa composta di particelle verdi, con le quali si può comunicare con entità celestiali fatte di antimateria: le particelle di Dio menzionate nel titolo.

Per mezzo di questa invenzione si può anche disporre del teletrasporto quantico e viaggiare quindi nello spazio.

Fani non si rende subito conto di avere un’arma tra le sue mani; entusiasta della sua scoperta abbassa troppo la guardia, e ben presto è costretto a subire le conseguenze della sua genialità

. Un gruppo di fanatici si mette infatti sulle tracce della straordinaria invenzione, e pur di venirne in possesso sarebbero pronti a tutto, anche ad uccidere.

La prima vittima di questa setta antica e potente, chiamata Assemblea Perpetua, è la moglie di Fani; a questo punto l’inventore non può che prendere la triste decisione di sospendere le sue ricerche e i suoi esperimenti e cancellare tutte le tracce della sua scoperta, per proteggere non tanto sé stesso quanto la sua unica figlia. Con un salto nel tempo di quasi un secolo si arriva al 1992 e si incontra il pronipote del professore, Mario Fani, che viene a scoprire dell’invenzione del suo antenato ed è suo malgrado costretto a difenderla dalle grinfie dell’Assemblea Perpetua.

Viaggiando tra presente e passato Matteo Stefani ci conduce in una vicenda enigmatica, ricca di colpi di scena e ambientata in un mondo oscuro dove ci sono nemici ad ogni angolo e dove è facile superare il limite etico; un intreccio di storie che andranno poi a convergere verso un finale aperto, che fa intuire una continuazione delle avventure degli eredi di Giorgio Fani.

Maurizio Buttaro

Contatti

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.