CULTURA

Manuale di eleganza classica maschile: la guida allo stile di Douglas Mortimer

Titolo: Manuale di eleganza classica maschile

Autore: Douglas Mortimer

Genere: Lifestyle e guide allo stile

Casa Editrice: Edizioni NPE 

Pagine: 176

Prezzo: 14,90€

Codice ISBN: 978-88-948-18-956

Nell’opera di Douglas Mortimer Manuale di eleganza classica maschile si presentano consigli e trucchi fondamentali per entrare nell’elitario e raffinato mondo dei gentiluomini.

Il testo è dedicato a coloro che vogliono fare propri i principi dell’eleganza classica maschile, che non amano aderire alle mode sfuggenti del momento e che hanno sempre guardato con nostalgia e ammirazione agli anni Trenta, età d’oro dell’eleganza secondo l’autore.

Già dalla veste grafica del libro, curata in ogni particolare, si comprende che Mortimer abbia riservato massima attenzione al suo lavoro, volendo offrire anche un oggetto piacevole da esporre in libreria.

L’autore ha affermato che il suo progetto ha lo scopo di valorizzare e divulgare la cultura del gusto e del buon vivere; egli è interessato al “bello” in tutte le sue forme, che includono anche il saper apprezzare i piccoli piaceri della vita. Leggendo il suo testo non si può infatti non pensare al fascino di un uomo in frac, con il suo bicchiere di ottimo brandy in una mano e un sigaro nell’altra: un perfetto quadro di raffinatezza senza tempo.

L’eleganza classica è infatti eterna, e in ciò si differenzia dalla moda, che è in continuo processo di ridefinizione; l’eleganza classica maschile è invece basata su solide regole tramandate e consolidate nel tempo, che sono arrivate quasi intatte ai giorni nostri.

L’autore si è assunto quindi il compito di insegnarle a chi ha il desiderio di imparare a vestirsi con ricercatezza, sapendo adeguare il proprio abbigliamento a ogni occasione che si presenti. Innanzitutto precisa come l’abito sia il primo biglietto da visita di un uomo, e per questo motivo andrebbe confezionato su misura; elenca quindi le norme per un vestito perfetto, dalle lunghezze adeguate delle maniche a quelle dei pantaloni, focalizzandosi anche sulle funzioni e i gradi di formalità del doppiopetto e del monopetto, e ricordando che lo spezzato è sempre più informale.

Non si dimentica di trattare dei metalli che accompagnano e impreziosiscono l’abito, in primis orologi e anelli, che devono essere sempre della stessa tonalità, con predilezione per l’oro di giorno e l’argento per la sera.

Sono passati quindi sotto attenta rassegna tutti i capi e gli accessori, offrendo un’esaustiva panoramica dei loro utilizzi in base al contesto; infine, non si tralascia neanche la regola tacita che anche le norme più rigide possono essere trasgredite con coscienza – «L’eleganza non può prescindere dalla naturalezza, e quindi anche da un pizzico di (consapevole) imperfezione».

Contatti

Rispondi