CULTURA

“Riscoprendo mia madre”di Caterina Edwards: una figlia alla ricerca del passato della sua famiglia

Titolo: Riscoprendo mia madre. Una figlia alla ricerca del passato

Autore: Caterina Edwards

Genere: Narrativa

Casa Editrice: Les Flâneurs Edizioni

Collana: Bohémien

Pagine: 334

Prezzo Cartaceo: € 18,00 

Codice ISBN: 9788831314794

Caterina Edwards è una scrittrice le cui origini si diramano come tante radici in tutto il mondo e tra tante culture diverse; dall’Inghilterra, il paese di suo padre, dove è nata e che ha lasciato a sette anni, fino al Canada, dove ha vissuto, studiato, si è innamorata, si è costruita una famiglia e una carriera di docente universitario e scrittrice. Ma è sulle radici italiane, o meglio istriane, che il suo romanzo “Riscoprendo mia madre” si concentra. Sua madre Rosa, una donna severa e poco affettuosa, che ha condizionato la vita della piccola Caterina, negandole apprezzamenti e affetto, è infatti originaria di una piccola isola, Lussino, al largo della costa dalmata. Un luogo che Caterina ha visitato, da adulta, vivendolo come luogo di vacanza. Ma è solo quando la madre si ammala di Alzheimer e dipende totalmente da lei, che Caterina, ormai adulta, madre di due adolescenti, Antonia e Tatiana, e moglie felice di Marco, si chiede chi sia veramente quella donna impenetrabile, che forse ha mentito perfino sulla sua vera età. Sulle tracce del passato di Rosa, l’Autrice si imbatte nei pochi parenti rimasti e scopre una storia dimenticata anche dai libri.

E più prende coscienza della sofferenza di quegli esuli, come sua madre, più aumenta il desiderio di ricostruire la storia di una ragazza che un tempo forse è stata felice, innamorata, spensierata. Senza dimenticare la Storia di un popolo perseguitato e bistrattato, che la guerra ha strappato dalle sue stesse origini, tra confini e nazionalità che cambiavano a seconda dei vincitori (Mussolini e Tito). In viaggio, tra Venezia, Chioggia e la Croazia, Caterina trova frammenti di verità nei libri e nelle testimonianze dei sopravvissuti. Nel frattempo deve affrontare la malattia degenerativa (Alzheimer) che a poco a poco allontana la madre dalla realtà: un calvario che dura quattro anni, fino alla morte della donna, assistita fino all’ultimo con infinito amore dalla figlia.

Con questo romanzo autobiografico la Edwards dà voce a una necessità intima che sentiva dentro da tempo e la trasforma in un viaggio appassionante per il lettore, sia per il racconto commuovente della sua storia personale che per gli accurati rimandi a una storia troppo spesso dimenticata. E’ un viaggio nel quale il lettore riesce facilmente a identificarsi perché è lo stesso che ciascuno di noi desidera fare sulle proprie origini, un viaggio che è diventa balsamo per le ferite. Il romanzo, piuttosto corposo, si legge facilmente e scorre grazie all’abilità dell’Autrice che in Canada, oltre a insegnare letteratura all’Università, è autrice piuttosto nota di vari romanzi. Un piccolo gioiello che si aggiunge agli altri pubblicati dalla casa editrice indipendente, Les Flaneurs, nata nel 2015 con l’obiettivo la diffusione della cultura letteraria in ogni sua forma, dalla narrativa alla poesia fino alla saggistica, con indipendenza di pensiero e occhio attento alla qualità. 

Contatti

https://www.facebook.com/CaterinaEdwards

https://it-it.facebook.com/lesflaneursedizioni/

Link di vendita

Rispondi