LE INTERVISTE

DA BRUCO A FARFALLA: INTERVISTA AL DOTT. PIER PAOLO POLI, FONDATORE DEL SOGNO SMART BUGS

Allevare farfalle e bachi per osservarne il ciclo vitale, immettere in natura insetti impollinatori o semplicemente scoprire la filiera della seta è l’obiettivo di Smart Bugs, l’azienda green con sede a Ponzano Veneto in provincia di Treviso.

Quello dei fondatori dell’azienda, i dottori biologi Pier Paolo Poli ed Emanuele Rigato, è stato un vero e proprio colpo di genio; dando vita al progetto essi hanno compreso e si sono fatti portatori della necessità di considerare gli insetti – primi colonizzatori del pianeta e presenti in quantità esponenziale in natura tra le specie animali – come una preziosa risorsa per tutto l’ecosistema e per la stessa sopravvivenza sulla Terra.

«Crediamo che ogni uomo sia il primo custode dell’ambiente in cui vive. Al momento di iniziare questa nuova attività abbiamo deciso che l’attenzione all’ambiente e l’ecosostenibilità dovevano essere elementi fondanti dell’attività stessa»

È questo il messaggio dei padrini del progetto, che vogliamo fare nostro e con il quale ci piace presentare la mission Smart Bugs. Non possiamo che condividerlo, per la sensibilità del pensiero e per l’approccio generoso al modo di abitare e preservare questa nostra grande casa chiamata Terra.

E proprio perché riteniamo che lo scopo aziendale sia meritevole di grande attenzione, abbiamo deciso di intervistare il Dott. Pier Paolo Poli, uno dei fondatori di questa bellissima realtà grazie alla quale è possibile per tutti noi realizzare il sogno di allevare farfalle e vederle spiccare il volo.

Buongiorno Dott. Poli e grazie per aver acconsentito a rilasciare un’intervista a Metismagazine. Le chiedo innanzitutto, come nasce il progetto Smart Bugs? 

Smart Bugs nasce ufficialmente nel 2014, dopo che io ed Emanuele, il mio socio, ci siamo attivati per concretizzare quello che era un sogno condiviso: trasformare le competenze acquisite durante gli studi in Biologia in un progetto che permettesse di far conoscere gli insetti sotto una nuova ottica, non più come nemici da combattere ma come risorsa da rispettare ed ammirare.

Lo scopo principale di Smart Bugs, infatti, è quello di contribuire a diffondere l’importanza che hanno gli insetti per il nostro ecosistema.

Fortunatamente, negli ultimi anni stiamo assistendo ad un’inversione di rotta: si sta creando sempre più cultura su questo tema e speriamo che ciò sia anche grazie al nostro lavoro.

Allevare farfalle in casa è possibile? A chi consigliereste questa esperienza?

Certo che è possibile! Quest’esperienza in realtà è adatta un po’ a tutti, sia grandi che piccini. Il minimo comune denominatore è l’amore per la natura e tanta curiosità.

Ovviamente lavoriamo moltissimo con le scuole; gli insegnanti hanno colto l’importanza di sensibilizzare i più piccoli sull’importanza delle farfalle, degli insetti impollinatori, e di creare una nuova consapevolezza collettiva.

Come dicevo prima, i nostri Kit sono ideali per bambini e ragazzi, ma in realtà vanno bene un po’ per tutti, basta essere appassionati di natura e aperti a nuove esperienze. Quello che tengo sempre a precisare è che non si tratta di un giocattolo, ma di un’esperienza da vivere con rispetto e attenzione. In ogni caso qualunque sia la vostra l’età, se siete curiosi, sarà una grandissima emozione!

Quali sono i vostri kit disponibili e dov’è possibile acquistarli?

Attualmente i nostri Kit sono tre: ButterflyKit, MacaKit e Bombyx. I primi due permettono di assistere alla metamorfosi della Cavolaia Maggiore e del Macaone dallo stadio di bruco fino a quello finale di farfalla. L’esperienza termina con l’emozione della liberazione e del loro primo volo. Chiaramente entrambe sono specie autoctone e già presenti nel nostro territorio nazionale.

Il terzo Kit, Bombyx, permette invece di allevare i famosi bachi da seta di cui probabilmente anche i più giovani avranno sentito parlare dai loro nonni. In questo caso la metamorfosi si conclude con la deposizione delle uova da parte delle falene, così con la schiusa dell’anno successivo sarà possibile ripetere l’esperienza. 

Tutti i Kit sono acquistabili nel nostro e-commerce: www.smart-bugs.com.

Oltre alla possibilità di acquisto, nel sito troverete anche una panoramica sulle specie appena descritte.

Perché scegliere un kit piuttosto che un altro? Cosa dovrebbe orientare nella scelta soprattutto chi è alla sua prima volta?

Il ButterflyKit sicuramente è consigliato per chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di esperienza. La Cavolaia Maggiore è più facile da allevare rispetto al Macaone, e regala comunque una grandissima emozione. I Bachi da seta, invece, sono perfetti per chi vuole scoprire da vicino i momenti salienti che si celano dietro la produzione di uno dei tessuti più famosi al mondo: la seta.

ButterflyKit e Bombyx sono quindi i Kit che consigliamo a chi vuole fare la prima esperienza, mentre consigliamo il MacaKit a chi ha già fatto l’esperienza almeno una volta perché un po’ più delicata.

C’è un periodo dell’anno in cui è preferibile vivere questa emozionante avventura?

Il periodo ideale per l’allevamento delle Cavolaie Maggiori e delle Macaone va da marzo a ottobre, ma giugno è senza dubbio uno dei periodi ideali per intraprendere quest’esperienza, soprattutto con le Macaone che amano queste temperature. I Bachi da seta invece, non essendo legati ad alcuna stagionalità, possono essere acquistati durante tutto l’anno.

Quanto vive una farfalla? 

Parto con il dire quanto non vive una farfalla, perché è convinzione diffusa che la sua vita sia di un solo giorno, niente di più sbagliato!

Mediamente la vita di una farfalla adulta varia dalle due alle quattro settimane. Le specie che forniamo con i nostri Kit hanno una vita di circa tre settimane. Se consideriamo come durata di vita anche gli stadi larvali, invece, dalla fase di uovo a quella di farfalla il ciclo ha una durata complessiva di circa due mesi.

Quanti tipi di farfalle esistono nel nostro territorio e soprattutto a cosa servono le farfalle? 

In Italia sono presenti 288 specie di farfalle diurne, di cui 18 specie endemiche della penisola.

Mi chiede a cosa servono le farfalle? Oltre a popolare i nostri giardini e i nostri balconi rendendoli più belli intende?! Ovviamente scherzo!

Le farfalle come altri insetti hanno il compito fondamentale di essere delle importanti impollinatrici, più in qualità che in quantità. Fanno parte quindi di quelli insetti utili alla riproduzione di piante con fiori.

Grazie infinite, dott. Poli, per questa interessante chiacchierata. Ho personalmente già provato l’esperienza sia con le Cavolaia che con le Macaone e dopo averlo fatto, le confesso che non ne posso più fare a meno… Crea dipendenza!

Grazie a voi per l’intervista.

Rispondi