Il Boccon Di-Vino

POMODORO: STORIA E CURIOSITÀ SUL RE DEGLI ORTAGGI

Alla base della dieta mediterranea, indiscusso sovrano sulle tavole italiane, il pomodoro è un alimento oggi molto apprezzato per la versatilità di utilizzo e le sue molteplici proprietà benefiche. Ma non molti sanno che questo ortaggio di così largo uso e tanto blasonato ha una storia antichissima che ha origine in America Latina.

Il pomodoro è originario infatti del Messico e del Perù dove veniva consumato dalle popolazioni Inca e Atzeche, che lo chiamavano xitomatl. Fu importato in Europa solo intorno al 1540 dal militare spagnolo Hernán Cortés che, di ritorno dalle sue battaglie di conquista, ne portò con sé qualcuno.

I primi esemplari giunti in Europa erano di colore giallo e rimasero tali per molto tempo. Fu proprio la colorazione dorata il motivo della denominazione “pomo d’oro” conferito alla bacca, alla quale peraltro alcuni ricondussero anche proprietà afrodisiache definendolo anche “pomo d’amore”. Il colore rosso al quale oggi siamo abituati fu invece il risultato di successivi innesti della pianta.

Il pomodoro era originariamente considerato un frutto da mangiare a spicchi come la mela. Il suo impiego in cucina nella realizzazione di salse dovette attendere il XVIII secolo e fu la Corte Suprema Americana a decretare, nel 1893, che non si trattasse di un frutto bensì di un ortaggio.

Quando arrivò in Europa la bacca rossa venne guardata in principio con un certo sospetto perché da molti ritenuta tossica e velenosa. Si pensava che facesse ammalare e morire gli aristocratici, che erano coloro che ne facevano un più largo consumo. La verità è che i ricchi dell’epoca mangiavano in piatti di peltro che contenevano una notevole quantità di piombo. Questo veniva facilmente assorbito dal pomodoro e provocava intossicazioni nefaste.

Fu solo grazie alla tradizione culinaria napoletana e all’uso della salsa di pomodoro sulla pizza che questo succoso e saporitissimo alimento riuscì a spazzar via ogni diffidenza e a conquistare il cuore del mondo.

Moltissime sono le curiosità sul re degli ortaggi.

Sapevate forse che se ne contano circa diecimila varietà?! Un numero a dir poco sbalorditivo.

E che non andrebbero mai messi in frigorifero? Ebbene sì, al di sotto dei dodici gradi centigradi il pomodoro interrompe il proprio processo di maturazione, che poi è ciò che gli conferisce quel sapore gustoso al quale molti di noi non saprebbero rinunciare.

Pare inoltre che i migliori pomodori siano quelli coltivati in Italia, in particolare nelle regioni del Sud Italia, per via delle condizioni microclimatiche che ne favoriscono la coltura.

E che dire delle sue proprietà nutrizionali? Autentico concentrato di sostanze benefiche, il pomodoro ha proprietà diuretiche, rinfrescanti, disintossicanti e ricostituenti. Un vero alleato di benessere e salute, specie contro la calura dell’estate.

Copyright foto: pomodoro

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.