CULTURA

DUE VITE DI EMANUELE TREVI

È Due vite di Emanuele Trevi il vincitore del Premio Strega 2021. Edito da Neri Pozza e sospeso tra il saggio biografico e la critica letteraria, il romanzo, che ha ottenuto 187 voti, racconta la storia di amicizia che ha legato Trevi ai due scrittori e intellettuali prematuramente scomparsi, Rocco Carbone e Pia Pera.

«Lo dedico a mia madre, che è mancata durante questo periodo infernale della storia umana e che si sarebbe divertita a vedermi in televisione. E poi a un amico, Lorenzo Capellini, che è in un momento di difficoltà e che mi è stato vicino fino a qualche giorno fa, nel pieno di questa avventura», ha dichiarato Trevi ai giornalisti nel corso della serata di premiazione trasmessa su Rai3 dal Ninfeo del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma.

Due vite intense e brevi, quelle di un uomo e di una donna che hanno lasciato una prova tangibile e duratura della loro bellezza e importanza.

Due persone unite da un legame trasparente e felice, quel legame che accade quando “Eros, quell’ozioso infame, non ci mette lo zampino”.

Rocco Carbone (1962 – 2008), autore di saggi critici e di sette romanzi, scomparso all’età di quarantasei anni in un incidente stradale.

Una di quelle persone destinate ad assomigliare, sempre di più con l’andare del tempo, al proprio nome. Fenomeno inspiegabile, ma non così raro. Rocco Carbone suona, in effetti, come una perizia geologica. E molti lati del suo carattere, per niente facile, suggerivano un’ostinazione, una rigidità da regno minerale.
In venticinque anni che l’ho frequentato, sui quarantasei della sua vita, mi sembra che sia rimasto sostanzialmente uguale, come se l’esperienza – questa spietata e sbadata matrigna – non avesse lasciato tracce visibili su di lui”.

Pia Pera (1956 – 2016) scrittrice, saggista e traduttrice di classici russi come La vita dell’Arciprete Avvakum (Adelphi, 1986), Evgenij Onegin di Puskin (Marsilio, 1995), Un eroe del nostro tempo di Lermontov (Frassinelli, 1996).

Molto simile nell’aspetto a una signorina inglese, da anni era malata di Sla. E’ morta nel 2016, a soli sessant’anni, nella sua casa di San Lorenzo a Vaccoli, circondata dal suo giardino, la sua grande passione.

“Posso solo dire che ai miei occhi Pia è stata sempre un essere incantevole, questa è la parola che sento più vicina a lei, «Pia» e «incantevole» per me sono quasi sinonimi. Tutto ciò che è incantevole produce una specie di perpetuo scintillio, e le persone incantevoli spesso si consumano e infine si dissolvono nel loro sciame vorticante di minuscole luci. “Nel fondo dell’anima di Pia, anche nei momenti più difficili e disperati, resisteva sempre una vocazione inestirpabile ad accudire, proteggere esseri umani, animali, vegetali…Era una persona intensa, dotata di un’anima prensile e sensibile…”

Entrambi andati via dopo aver dato alle stampe la propria opera più alta: L’apparizione (Rocco Carbone) e Al giardino ancora non l’ho detto (Pia Pera, nato da un verso di Emily Dickinson, sottinteso “che mi resta poco da vivere”).

Entrambi legati all’autore da una di quelle amicizie che nascono a 20 anni. Significativo l’appuntamento al Musée d’Orsay di Parigi nell’estate del 1995, per scoprire insieme “L’origine del mondo” di Gustave Courbet, tela acquisita dallo Stato francese in quelle settimane.

Con una prosa poetica e raffinata, tra ricordi e il ritrovamento di qualche fotografia di gioventù, Trevi ci conduce con facilità nelle vite dei suoi amici, ricostruisce le figure umane, gli elementi caratteriali, la dimensione letteraria, permettendo al lettore di creare subito un legame con loro.

Un’amicizia non sempre semplice. “Garboli, nel suo grande saggio sulla vita di Antonio Delfini, ha scritto che in ogni amicizia c’è un rimorso, sottolinea Trevi.

In ogni rimorso c’è un tesoro nascosto Trevi riesce a farci capire veramente ciò che afferma Oran Pamuk quando dice che “la letteratura è l’arte di saper parlare della nostra storia come della storia degli altri, e della storia degli altri come della propria nostra storia.”

Copyright immagine in evidenza

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.