MetisMagazine

I PREGIUDIZI SULLA BISESSUALITA’

Cari Adama & Eva,

sono Giovanna, ho 35 anni e mi sono fidanzata da poco con un ragazzo che sin sa subito mi ha confessato di essere bisessuale. Io sono molto innamorata, sto bene con lui e sono felice ma ammetto di non riuscire ad accettare la sua bisessualità, se solo penso ad immaginarlo con un uomo e poi con me, entro in crisi. A lui non ho detto nulla, faccio finta che non sia un problema ma in realtà ho quasi pensato di lasciarlo, ho paura che mi tradisca e di non piacergli più. Non riesco a pensare ad un futuro insieme, ho provato a parlarci per capire se magari è solo un momento di confusione e che avrebbe bisogno di una psicologa. Non so cosa fare, lo amo e so che abbiamo tanti progetti insieme. Si può fare qualcosa?

Cara Giovanna, capisco che non sia facile accettare un diverso orientamento sessuale ma la bisessualità non è per niente legata alla confusione. Potresti iniziare a ridurre i pregiudizi nei suoi confronti affermando che essere bisessuale non vuol dire essere confusi ma semplicemente attratti da individui appartenenti a più di un sesso biologico, inoltre non si tratta di una scelta di comodo per non dichiararsi gay e non sono attratti allo stesso modo da uomini e donne. Lui ha scelto di stare con te e condividere la sua vita con una donna, e per quanto riguarda l’infedeltà, non c’entra nulla con l’essere bisessuale, poiché il livello di libido e lo stile con cui si sceglie di vivere le proprie relazioni affettive e sessuali non dipendono certamente dall’orientamento. Spero di averti aiutato a chiarirti le idee sul concetto di bisessualità, parlane con lui per trovare un punto di incontro, vedrai che con il tempo capirai che il suo orientamento sessuale non inciderà sulla vostra relazione.

Adam & Eva

copertina

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.