ATTUALITÀ

IL PATRIOTTISMO RISCOPERTO ATTRAVERSO LO SPORT: I SUCCESSI SPORTIVI 2021

patriottismo L’impegno profuso, su molteplici piani (politico, militare, intellettuale, ecc.) in nome della patria, per l’affermazione, la difesa o l’accrescimento dei valori che essa esprime. Nel corso dei secoli ha assunto forme diverse, uniformandosi di volta in volta alla specificità del contesto culturale, sociale e politico col quale si identificava o al quale intendeva aderire. […]La crisi dello Stato-nazione, tematica particolarmente caratteristica degli ultimi decenni, può essere collegata anche al fiorire di nuove visioni patriottiche, soprattutto in Europa, che hanno tentato di recuperare un più antico (e più ristretto) concetto di patria (luogo di origine dei propri antenati, stato pre-unitario) o di superare altrimenti (con un’accezione più larga) la dimensione nazionale: promuovendo una più forte idea della patria europea o una più sentita adesione ai valori e ai principi costituzionali dei singoli Stati.

Fonte Enciclopedia Treccani

Ci sono degli ambiti che, più di altri, concorrono a generare questo senso di appartenenza patriottico. Eventi che uniscono, che accrescono il sentimento di appartenenza ad un territorio. Nonostante il confine con il nazionalpopulismo sia molto sottile, i successi di una nazione tendono ad incrementare il senso di appartenenza a quella che viene definita patria.

In particolar modo parliamo dello sport, che unisce ed entusiasma.

Per l’Italia il 2021 è stato un anno ricco di successi sportivi, ma non solo. Una sorta di contrappeso alle difficoltà sanitarie, sociali ed economiche che gli effetti della pandemia ha provocato a livello globale.

Ma andiamo con ordine, a fare da apripista sono state le azzurre del softball. Vincono la finale del 4 luglio al loro 12esimo Europeo di categoria, battendo in finale l’Olanda con il risultato di 9 a 5.

L’11 luglio tocca alla nazionale maschile di calcio, che batte l’Inghilterra aggiudicandosi il titolo di Campioni d’Europa dopo bene 53 anni dall’ultima vittoria della competizione europea.

Nella stessa giornata lo sport azzurro ha segnato un altro primato: il primo italiano in finale a Wimbledon. Si tratta del tennista Matteo Berrettini, che in finale si è aggiudicato il secondo posto.

Passando, invece, ai successi olimpionici di Tokyo 2020 assistiamo agli atleti italiani come protagonisti, quasi assoluti, delle Olimpiadi con ben 40 medaglie in diverse discipline.

Le Olimpiadi si sono disputate a Tokyo dal 23 luglio all’8 agosto 2021. Stilare una classifica è quasi impossibile perché le emozioni, e i primati, sono stati tanti.

Dalla vittoria di Federica Cesarini e Valentina Rodini che conquistano la prima medaglia olimpica nel canottaggio italiano, alla medaglia d’oro vinta da Marcell Jacobs nei 100 metri, mai un italiano era riuscito anche solo ad arrivare in finale. Trionfo bissato poi nella staffetta dei 4×100 metri con Filippo Tortu, Lorenzo Patta e Fausto Desalu.

Continuando a parlare di primati il marchigiano Gianmarco ‘Gimbo’ Tamberi conquista il primo posto ex aequo con il qatariota Mutaz Essa Barshim nel salto in alto, toccando quota 2,37 metri. Così come l’oro del karateka Luigi Busà, nel kumite 75 kg. Passerà alla storia come il primo vincitore di questa categoria, introdotta come sport olimpico per la prima volta proprio ai Giochi nipponici.

Ed ancora, le medaglie d’oro sono arrivate anche per discipline come il taekwondo, la vela, il ciclismo su pista e nella marcia 20 km.

Non sono mancati gli argenti e i bronzi, nel nuoto, sollevamento pesi femminile, skeet femminile, tiro con l’arco, ginnastica artistica, judo femminile, scherma a squadre e pugilato. Una menzione particolare è doverosa per Irma Testa, che si è aggiudicata il bronzo nel pugilato femminile, categoria 57 kg. Prima pugile italiana a partecipare ad un’Olimpiade durante Rio 2006 e prima donna a conquistare una medaglia olimpica in questa disciplina.  

Ci sono da aggiungere a questi record e successi le 69 medaglie vinte alla Paraolimpiadi, 14 delle quali d’oro: tra queste c’è anche quella di Bebe Vio nel fioretto.

A suggellare un’estate di trionfi ci hanno pensato la Nazionale femminile e maschile di pallavolo, entrambi vincitori agli Europei di quest’anno.

Infine, e solo per ordine cronologico di competizione, arriva l’oro del ginnasta Nicola Bartolini, che vince i Mondiali nel corpo libero.

Il 2021 è stato un anno di grandi successi sportivi, difficili da dimenticare. Soprattutto perché hanno consacrato definitivamente l’Italia come una superpotenza sportiva.

Copyright immagine in evidenza

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.