Il Boccon Di-Vino

CURIOSITÀ SUL PISTACCHIO CHE FORSE NON CONOSCETE

Il pistacchio è un alimento di origini antichissime, le prime testimonianze su questa pianta risalgono addirittura alla preistoria.

Il merito della sua coltivazione in Sicilia deve attribuirsi agli Arabi che, intorno all’Ottocento, ne importarono la coltura alle pendici dell’Etna.

Per la regione siciliana e in particolare per alcune zone di essa la coltivazione di pistacchio è un’importante fonte di reddito. In Sicilia il terreno lavico e il clima asciutto costituiscono un habitat particolarmente florido per l’attecchimento e la crescita di questa pianta, che viene concimata in modo naturale grazie alla cenere dell’Etna ed è in grado di produrre frutti saporiti e ricchi di proprietà.

La raccolta dei pistacchi ha cadenza biennale e viene effettuata negli anni dispari, mentre negli anni pari si procede alla sola potatura delle piante.

Particolarmente famoso è il pistacchio di Bronte, che è particolarmente pregiato e non viene sottoposto a salatura né a tostatura. La notevole quantità di colorfilla presente nella pianta coltivata a Bronte conferisce al frutto un inconfondibile colore verde brillante, a differenza di altre varietà che tendono ad assumere una coloritura più giallognola.

Il pistacchio è ricco di proprietà benefiche e contiene importanti minerali quali ferro, zinco, potassio, fosforo ed è utilizzato nel trattamento di diverse patologie.

Per questo mese di giugno, in collaborazione con il blog di cucina e pasticceria ABCuisine di Pamela Pirola vi proponiamo un’interessante ricetta che combina il sapore del pistacchio a quello del lime. Si tratta di una ricetta un po’ più laboriosa di quelle proposte sino ad ora, ma che di certo manderà in estasi le vostre papille gustative ripagandovi per la fatica. Provare per credere!

Per la ricetta cliccate sul link: Semifreddo con crema al pistacchio e lime

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.