Categoria: Zettel

Zettel

Welcome Home

1. Avevo ventiquattro anni, una laurea in lettere, un master in qualcosa del tipo organizzazione del personale ed ero disoccupata per scelta. Non perché non volessi lavorare, anzi, lavoravo ogni giorno in maniera ossessiva. Volevo diventare una scrittrice, una regista, anche una pittrice musicista, nonché fotografa. Insomma ero […]

UN’ITALIANA A DUBLINO

K. ebbe sempre la sensazione di perdersi o di essersi così addentrato in un paese straniero come nessuno aveva osato prima, in una terra sconosciuta dove l’aria stessa non aveva alcun elemento comune con quella del paese natio, dove sembrava di soffocare, tanto si era estranei, e tuttavia […]