CULTURA

DA GARCÍA MÁRQUEZ AD IVAN COTRONEO: L’AMORE AI TEMPI DELLE EPIDEMIE

L’amore è da sempre fonte di ispirazione di poeti e scrittori. Se pensiamo solo alla nostra tradizione letteraria gli esempi ci vengono dai grandi maestri: Dante e la sua Beatrice, la Laura di Petrarca, Fiammetta e Boccaccio, Leopardi e Silvia, fino alla musa più “reale” di D’Annunzio, Eleonora Duse. 

L’amore nella letteratura si è sempre confrontato con le altre facce della stessa medaglia: la morte, l’odio, la menzogna, la guerra e le epidemie. 

Ma come è stato raccontato dagli scrittori questo sentimento universale durante le epidemie? Da Gabriel García Márquez a Ivan Cotroneo, dal colera al Covid-19: un viaggio nell’amore. 

GABRIEL GARCÍA MÁRQUEZ, L’AMORE AI TEMPI DEL COLERA

“Pensa all’amore come ad uno stato di grazia, non come ad uno strumento per raggiungere un fine, ma come l’alfa e l’omega, in se stesso compiuto”.

Pochi anni dopo aver ricevuto il premio Nobel per la letteratura nel 1982, Gabriel García Márquez, pubblicò il romanzo “L’amore ai tempi del colera”. Lo scrittore colombiano che, nel corso della sua carriera ci ha fatto conoscere la letteratura e soprattutto la mentalità magica e spirituale del Sud America, in questo romanzo pubblicato nel 1985 in lingua spagnola (El amor en los tiempos del cólera), con una tiratura milionaria, traduzioni quasi immediate in molte altre lingue ed enorme successo di pubblico, narra una struggente e complessa storia d’amore durata cinquantatré anni, sette mesi e undici giorni tra Florentino Ariza e Fermina Daza, la più bella ragazza del Caribe.

Un amore che resiste alle minacce del padre di lei, un amore che non perde le speranze neppure davanti al matrimonio della giovane Fermina con il dottor Juvenal Urbino. Un sentimento eterno e incrollabile che Florentino continua a nutrire contro ogni possibilità fino all’inatteso, quasi incredibile, lieto fine.  A fare da sfondo a questa storia d’amore e di speranza, la malattia: il colera, un’infezione diarroica acuta causata dal batterio Vibrio cholerae, che tutto pervade e da il nome a uno dei capolavori più belli della letteratura moderna.

Gabriel García Márquez, L’amore ai tempi del colera, Mondadori

IVAN COTRONEO, MONICA RAMETTA, 14 GIORNI. UNA STORIA D’AMORE 

“Ho passato gli ultimi anni a inseguirti, poi mi sono stancato. Il desiderio deve essere reciproco, sennò si smonta, sparisce e si perde per strada. O prende allegramente la strada che porta a qualcun’altra. Sì appunto. La vita va avanti, per fortuna.”

Dopo aver firmato le sceneggiature di serie tv amatissime come “Tutti pazzi per amore”, “Una grande famiglia”, “La compagnia del cigno”, Ivan Cotroneo e Monica Rametta, ritornano insieme in libreria con un romanzo che è già un film. “14 giorni. Una storia d’amore” è il racconto di un amore, quello tra Marta e Lorenzo, insieme da quindici anni e sposati da dieci. Un amore finito da tempo e non solo a causa di un tradimento. I due protagonisti in quattordici giorni di isolamento forzato, per capire se si è stati contagiati o meno dal Covid-19, dovranno inevitabilmente fare i conti con un lungo matrimonio che si sta chiudendo. Una storia in cui è facile ritrovarsi: il virus ha modificato le nostre relazioni, la nostra vita. Anche la grammatica della nostra affettività.

I.Cotroneo – M.Rametta, 14 giorni. Una storia d’amore, La Nave di Teseo

CIRO FORMISANO, IL COVID-19 AI TEMPI DELL’AMORE

Il regista e scrittore Ciro Formisano, vincitore di 12 Festival, del Globo d’Oro 2018 e candidato ai Nastri D’Argento nel 2018 con il film “L’esodo”, ci racconta nel suo ultimo libro “Il covid-19 ai tempi dell’amore, (acquistabile on line), la storia di due trentenni, Stefano e Camilla, costretti ad essere isolati dal mondo dato che uno dei due è risultato positivo al Covid-19. La loro unione sembra sempre più essere messa in discussione. Attraverso i loro racconti, si scoprono, così, innumerevoli storie con l’azzardo di un’ipotetica teoria sulla nascita del Covid-19. Una riflessione profonda e plausibile sugli errori del genere umano verso l’ambiente e il regno animale a cui spetterebbe di diritto un’esistenza meno atroce.

Ciro Formisano, Il Covid 19 ai tempi dell’amore

ANTONIO MANZINI, L’AMORE AI TEMPI DEL COVID-19

Protagonista del racconto inedito di Antonio Manzini, disponibile in formato epub e pdf sul sito della casa editrice Sellerio, è Manlio Sperduti, un uomo trovato morto nella vasca da bagno del suo appartamento, nel quale viveva con la moglie, i figli, il fratello della moglie e i genitori di lei. Ad indagare sul caso “una rottura che ha superato il decimo livello” nei giorni in cui tutto è fermo a causa del Covid-19, è il vice questore Rocco Schiavone. In un’Aosta blindata, specchio fedele dell’Italia durante i primi mesi della pandemia, tra mascherine, divieti ed interrogatori ai protagonisti, Rocco Schiavone riuscirà in poco tempo a risolvere il caso, non senza aver prima fatto presente alla famiglia come si possa uccidere anche senza brandire un’arma.

Antonio Manzini, L’amore ai tempi del Covid-19, Sellerio

Copyright foto copertine

Copyright immagine in evidenza

Rispondi