Benvenuti al Sud

OBESITÀ: LA CHIRURGIA BARIATRICA COME RIMEDIO

Intervista alla Dott.ssa Carmelisa Dammaro

Il 4 marzo 2021, in occasione del World Obesity Day (Giornata Mondiale dell’obesità), l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha sottolineato che al momento, in Italia, sono 18 milioni (il 35,5%) gli adulti in sovrappeso e circa 5 milioni quelli obesi, ovvero 1 persona su 10. Per quanto riguarda i bambini, invece, 3 su 10 sono in sovrappeso (il 29.8%) e fra questi il 9,4% è obeso. Dati allarmanti.

L’obesità, inoltre, nel contesto della pandemia da Covid-19, ha dimostrato di essere un fattore che aumenta il rischio di ospedalizzazione o in casi estremi di morte. La chirurgia bariatrica è oggi il trattamento più efficace per la cura dell’obesità grave, determinando in alcuni casi la risoluzione di comorbidità mediche e psicosociali.

Per approfondire l’argomento e avere consigli pratici abbiamo intervistato la Dottoressa Carmelisa Dammaro, laureata in Medicina e specializzata in Chirurgia Generale, con un’esperienza lavorativa, sia in Italia che all’estero, in Chirurgia Bariatrica.

Dottoressa Dammaro, prima di tutto, grazie per aver accettato il nostro invito per l’intervista. Si presenti ai nostri lettori.

Grazie a voi! Mi chiamo Carmelisa Dammaro, sono laureata in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Chirurgia Generale. Dopo gli studi, ho concentrato la mia attività lavorativa, sia in Italia che all’estero (in Francia ho lavorato, dal 2015 al 2020, come Chef de Clinique de Chirurgie Digestive et Minimale Invasive presso l’ospedale Antoine-Béclère – Clamart) dedicandomi completamente alla Chirurgia Bariatrica. Attualmente lavoro presso l’Istituto clinico Humanitas di Rozzano (Milano) nel reparto di Chirurgia Bariatrica diretto dal Dottor Giuseppe Marinari. Eseguo, inoltre, visite ambulatoriali (prime visite e controlli post-operatori) presso il Centro “Biomedica” di Parabita (LE), il Centro Medico “Pignatelli” di Lecce, e a Policoro (MT), la mia città natale, presso il mio lo studio sito in via Gran San Bernardo 25.

Che cosa s’intende per chirurgia bariatrica?

La chirurgia bariatrica si occupa del trattamento di pazienti affetti da obesità. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), l’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo, ed è alla base di tante altre patologie come ipertensione arteriosa, diabete, ipercolesterolemia e apnee notturne. La chirurgia bariatrica non deve essere vista come un trattamento di chirurgia estetica ma va considerata nella prospettiva del miglioramento di queste comorbidità.

Secondo le recenti stime dell’Oms, in Italia sono 18 milioni (il 35,5%) gli adulti in sovrappeso e circa 5 milioni quelli obesi, ovvero 1 persona su 10. Per quanto riguarda i bambini, invece, 3 su 10 sono in sovrappeso (il 29.8%) e fra questi il 9,4% è obeso.

Dati sempre più allarmanti. Il parametro più utilizzato per la valutazione del peso corporeo è l’indice di massa corporea (BMI), ovvero il rapporto tra il peso espresso in Kg e il quadrato dell’altezza espressa in metri. Il peso ideale corrisponde ad un BMI non superiore a 25. Per un BMI tra 25 e 30 si parla di semplice sovrappeso; tra 30 e 35 di obesità di Iºgrado; tra 35 e 40 di obesità di IIº grado; sopra i 40 di obesità di IIIº grado o patologica o grave.

L’obesità nel contesto della pandemia da Covid-19, ha dimostrato di essere un fattore che aumenta il rischio di ospedalizzazione o in casi estremi di morte. Inoltre, in questo periodo di emergenza sanitaria da Coronavirus, il numero di persone obese o in sovrappeso è aumentato.

Esattamente. I pazienti obesi con indice Bmi sopra a 35 sono considerati pazienti fragili e non a caso sono stati i primi ad esser stati vaccinati. La pandemia ha scatenato atteggiamenti opposti. Chi ha avuto a disposizione più tempo ha anche potuto curare maggiormente l’aspetto fisico e alimentare e chi, forse, nel cibo, ha trovato un aiuto, un conforto.

Chi può sottoporsi agli interventi di chirurgia bariatrica?

Tutte le persone con un’età compresa tra i 18 e 65 anni con obesità di secondo (BMI >35) con comorbidità associate o terzo grado (BMI > 40). E’ necessario eseguire inoltre, prima di intraprendere questo percorso che porterà ad un significativo cambiamento della propria esistenza e per garantire il buon esito dell’intervento stesso, una valutazione da parte di un nutrizionista e di uno psicologo.

Quale tipo di intervento viene eseguito?

Nel nostro centro vengono eseguiti diversi tipi di interventi chirurgici in laparoscopia ma principalmente Sleeve Gastrectomy e By-pass Gastrico. La Sleeve Gastrectomy, consiste in una resezione gastrica verticale (cioè si asporta l’80/90% dello stomaco) con tubulizzazione dello stomaco residuo e implica una riduzione della secrezione degli ormoni responsabili della fame garantendo un maggior senso di sazietà. Questo tipo di intervento è meno indicato nei pazienti che presentano reflusso associato a ernia iatale al di sopra dei 3 cm in quanto potrebbe peggiorare il reflusso gastrico. In questo caso si preferisce ricorrere al By-pass gastrico. Il By-pass Gastrico, invece, è un intervento che consiste nella creazione di una piccola tasca a livello dello stomaco, isolata dal resto dell’organo e che viene collegata all’intestino tenue creando un circuito che permette agli alimenti e agli enzimi prodotti dal pancreas, dal fegato e dalla colecisti di percorrere due “strade” diverse al fine di creare un malassorbimento. Questo tipo di intervento è sconsigliato, per esempio,  in pazienti affetti da Morbo di Crohn.

Come avvengono i controlli post intervento bariatrico?

Dopo l’intervento, il paziente non viene abbandonato. Verrà dimesso con un calendario di controlli periodici: il primo a distanza di un mese, poi ogni sei mesi per due anni, e infine, una volta al mese per il resto della vita.Inoltre potrà usufruire di assistenza psicologica e dietologica.

Per info e prenotazioni: 351 7751701 – carmelisa.dammaro@humanitas.it

Pagina Fb: https://www.facebook.com/DrDammaro

Copyright immagine in evidenza: Carmelisa Dammaro

Advertisements

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.