Caro John

AMORE E GIOVINEZZA, I CONSIGLI DI JOHN

Caro John,

sono Emma, ho 18 anni e frequento l’ultimo anno di liceo.

Da un paio di mesi ho conosciuto un uomo del quale mi sono innamorata perdutamente. È stato un vero e proprio colpo di fulmine, lui mi capisce al volo, sa perfettamente come prendermi e quando siamo insieme mi sento al sicuro come non mi era mai accaduto prima.

Però c’è un piccolo problema; Alì ha 43 anni, solo due in meno di mio padre.

Qualche giorno fa ho messo i miei genitori al corrente della situazione e del fatto che Alì mi ha proposto di andare a vivere insieme appena dopo che mi sarò diplomata e, neanche a dirlo, proprio mio padre è andato su tutte le furie, minacciando di tagliarmi i viveri, dicendo che farà qualunque cosa pur di impedirmi di vivere questa storia e che nel caso non ci riuscisse, farà conto di non avere più una figlia.

Era talmente adirato quando gli ho rivelato del mio amore che non ho neanche ben compreso, a dirla tutta, se il problema fosse più la differenza di età che corre tra me ed il mio amato Alì o più il fatto che Alì è di origini tunisine e di religione islamica.

Io sento di amarlo sinceramente, per me l’età, le origini ed il credo non hanno alcuna importanza e vorrei davvero trascorrere con lui il resto della mia vita, ma al contempo non potrei proprio sopportare l’idea di un futuro senza i miei genitori.

Ti prego, John, aiutami a trovare una soluzione.

Emma

 

Cara Emma,

spero di esprimere quello che penso senza dare adito a fraintendimenti di sorta, né da parte tua, né da parte di alcuno dei nostri lettori.

In tutta franchezza non trovo affatto fuori luogo le preoccupazioni di tuo padre che, sebbene ti siano state manifestate in modo un pò energico e con particolare fervore, penso che celino, in fondo, tutto l’amore che egli nutre nei tuoi confronti ed in nome del quale ritiene di doverti proteggere dai potenziali pericoli del mondo e della vita.

Hai solo diciotto anni, sei giovanissima! Tuo padre vede in te la sua bambina ed è del tutto normale che si preoccupi delle tue scelte o che abbia le migliori ambizioni e le più lungimiranti aspettative sul tuo futuro.

Prova a metterti nei suoi panni e vedrai che che la sua reazione, apparentemente così irragionevole ai tuoi occhi di giovane donna innamorata, è in realtà più ordinaria di quanto non possa sembrare; e non perché Alì appartenga ad una cultura diversa dalla tua o perché tra di voi c’è una distanza di età così importante. Queste sono tutte componenti sicuramente importanti e da non sottovalutare, ma sicuramente destinate a passare in secondo piano ed a soccombere di fronte al vostro amore; sempre che di vero amore si tratti!

In fondo sono solo due mesi che conosci quest’uomo e forse sarebbe il caso di attendere i tempi di rodaggio, prima di poter parlare di amore.

Alla luce di questo, l’invito che ti rivolgo è quello di guardarti dentro e di riflettere sulla vera essenza di questo sentimento che dici di provare per il tuo Alì e di aspettare un pò prima di prendere la tua decisione; nessuno ti corre dietro e, se si tratta di Amore vero, di sicuro trionferà; ma se me lo consenti, ti esorterei a stare attenta e a non lasciarti trasportare troppo da quelle emozioni che alla tua età vengono vissute in maniera amplificata ed istintiva. Vivi la tua storia per quello che ti offre giorno per giorno, instaura con Alì un rapporto di vera conoscenza e non bruciare le tappe.

Un sincero in bocca al lupo!

John

 

Copyright foto: https://www.culturaeculture.it/di-tutto-un-po/il-vero-amore-esiste-anima-gemella-ideale-che-non-ce-63671/

 

Annunci

Rispondi