Magazine

FAKE NEWS E SALUTE COME DIFENDERSI

Le fake news sulla salute che circolano in rete sono sempre all’ordine del giorno e molto pericolose. Secondo un’indagine condotta dal Censis, un italiano su tre naviga sul web per ottenere informazioni sulla salute. Di questi, oltre il 90,4% effettua ricerche su determinate malattie e patologie, incappando molto spesso nelle fake news.

Ma come ci si difende?

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS), ha dedicato, a tal proposito, la sezione “Falsi miti e bufale” sul portale www.issalute.com inserendo oltre 150 informazioni ingannevoli – tra quelle circolanti e in continuo aggiornamento – arricchite dalle spiegazioni scientifiche che ne sottolineano e marcano l’infondatezza.

Uno strumento utile e sicuro, un punto di riferimento autorevole per tutti coloro che sempre più spesso consultano la rete per motivi di salute.

Sono suddivise in capitoli, dall’alimentazione all’attività fisica, dai farmaci al fumo, alcool e altre dipendenze. Si va dalle false credenze (per esempio che lo zucchero di canna apporti più benefici di quello bianco, o che il sole abbassi la pressione arteriosa e dunque porterebbe ad eliminare i farmaci contro l’ipertensione) ai temi più caldi come le cure per i tumori che in realtà esistono ma, secondo “le autorità del web” non ce le vogliono dare.

Eccone qualcuna:

1.Il cibo senza lattosio è più salutare? FALSO

Consumare prodotti senza lattosio da parte di persone non effettivamente intolleranti, oltre ad essere inutilmente costoso in termini economici, può far diminuire, a lungo andare, la produzione dell’enzima lattasi.

2.Bisogna bere solo quando si ha sete? FALSO

No, è necessario bere nel corso della giornata la quantità di acqua adeguata alla propria età e corporatura anche se non si avverte il senso della sete.

3.Parlare con il neonato non serve, tanto non capisce. FALSO

Parlare con il proprio figlio fin dai primi giorni di vita è molto utile ed efficace per l’acquisizione del linguaggio e lo sviluppo cerebrale.

4.Le trasfusioni sono pericolose perché il sangue donato non viene controllato abbastanza. FALSO

Il sangue prelevato da un donatore viene accuratamente controllato dal sistema trasfusionale nazionale per garantire il massimo degli standard di qualità e sicurezza. Chi dona sangue usufruisce di controlli periodici, può beneficiare della medicina preventiva, fa bene alla propria salute e alla salute degli altri.

LA SCIENZA COME RIMEDIO ALLE BUFALE DELLA RETE: PIERO ANGELA E’ DIVENTATO IN UN FUMETTO IL PALADINO DELLE FAKE NEWS

Piero Angela, il più grande divulgatore scientifico, è diventato Peter Quarky, un personaggio dei fumetti creato ad hoc per affrontare i ciarlatani e a battersi contro le pseudoscienze e le teorie del complotto.

La scienza raccontata da Topolino, è il titolo del volume del noto fumetto della Walt Disney, con protagonista Piero Angela, nato con l’obiettivo di divulgare la scienza in tutte le case, rendendo di facile comprensione anche i concetti più complessi.

 

PETER QUARKY

 

DIRITTO DELL’INFORMAZIONE.IT:IL PORTALE PER TUTELARE GLI UTENTI DELLA RETE

Nell’era delle fake news, è on line, grazie alla lungimiranza del suo ideatore, Ruben Razzante, docente di Diritto dell’ informazione all’Università Cattolica di Milano e alla Lumsa di Roma, il portale di news https://dirittodellinformazione.it/ .

Creato per tutelare gli utenti del web e per offrire loro le ultime novità in materia di diritto di informazione, il portale è composto da sei sezioni principali: Libertà d’informazione, Fake news, Tutela della privacy, Diffamazione, Copyright e Nuove frontiere dell’innovazione.
“Dirittodellinformazione.it – si legge in una nota – intende essere uno strumento di interazione tra utenti sul tema delle fake news e della qualità dell’informazione che possa contribuire a fare chiarezza sui contenuti fuorvianti che viaggiano in Rete, segnalando casi significativi di disinformazione o, al contrario, esempi lodevoli di buone e illuminanti notizie”.

 

 

 

Annunci

Rispondi